Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Da oggi l'Abruzzo in zona gialla. Ecco cosa si può fare

Per i vaccinati o guariti al Covid non cambierà nulla rispetto all'arancione

Condividi su:

Da oggi l'Abruzzo passa in zona gialla assieme a Marche, Piemonte e Valle D'Aosta. Il Ministro Speranza ha fimrato l'ordinanza per il passaggio di queste regioni dall'arancione alla medesima zona.

Per i vaccinati o guariti dal Covid-19 le regole non cambiano: dall'11 febbraio la mascherina, in qualsiasi zona, non è più obbligatoria all'aperto tranne quando si creano assembramneti oppure si visitano parenti o amici nelle abitazioni private ma nonostante non ci sia più l'obbligo all'aperto bisognerà essere muniti in caso si assembramneto.

SPOSTAMENTI E MEZZI PUBBLICI

In zona gialla si potrà uscire liberamente dal proprio Comune di residenza anche se sprovvisti di Green Pass (nella zona arancione i non vaccinati non potevano uscire dal proprio Comune) senza specificare le motivazioni per lavoro, necessità e salute. Per utilizzare i mezzi pubblici come autobus, tram, metro, areo e navi bisgonerà esebire il Super Green Pass. Questa regola è valida non solo per la zona gialla maa anche per l'arancione, rosso e bianca.

LUOGHI DI LAVORO

Per accedere presso i luoghi di lavoro bisognerà mostrare un Green pass base attraverso il tampone rapido (durata di 48 ore) o molecolare (con durata di 72 ore) oppure il Super Green Pass (vaccinazione o guarigione dal Covid). Inoltre, dal 15 febbraio, il Super Certificato Verde è obbligatorio per tutti gli over-50 che devono recarsi sul posto di lavoro. Rimane l'obbligo di vaccino per certe categorie lavorative, come sanitari, insegnanti, universitari e forze dell'ordine.

BAR, RISTORANTE E ALBERGHI

Il Green Pass rafforzato dovrà essere esibito per andare nei bar, anche se seduti all'aperto, regola che vale per qualsiasi regione.

NEGOZI E SUPERMERCATI E SERVIZI PUBBLICI

Dal 1 febbraio sono cambiate le regole per l'accesso ai negozi o supermercati, anche in zona bianca. Per accedere ai luoghi di servizio pubblico, banche e negozi bisognerà avere con sè il Super Green Pass. Eccezione fatta per i negozi alimentari, supermercati esterni ai centri commerciali, tabaccherie ed edicole ma anche per farmacie e parafarmacie, benzinai e caserme.

PARRUCCHIERI, BARBIERI E CENTRI ESTETICI

Dal 20 gennaio è scattato l'obbligo dell'esibizione del Green Pass base presso parrucchieri, barbieri e centri estetici mentre in zona gialla non sono previste limitazioni.

SCUOLA E UNIVERISTA'

Le scuole resteranno in presenza senza l'uso del Certificato Verde, sia base che rafforzato mentre nelle Università servirà uno dei due Certificati per le lezioni in presenza oppure sostene un esame. Anche per frequentare i corsi di formazione servirà il Super Green Pass.

VISITE NELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE

Per accedere alle strutture socio-sanitarie i visitatori dovranno avere la terza dose. In caso di sole due dosi, i visitatori dovranno procurarsi anche un tampone negativo.

SPORT ED EVENTI 

Per accedere negli impianti sportivi come palestre o piscine bisognerà essere guariti o vaccinati al Covid. Stesso discorso vale anche per gli sport si squadra, sia all'aperto che al chiuso, che possono essere praticati attraverso il Green Pass rafforzato.

La capienza negli stadi o palazzetti resta al 50% all'aperto mentre al 35% al chiuso sia in zona gialla che bianca con accesso del Super Green Pass.

CINEMA, TEATRI E FESTE

La capienza all'interno dei cinema e teatri è al 100% ma si entrerà solo con Super Green Pass. Stessa regola vale anche per mostre, eventi culturali e musei. Anche per matrimoni, feste e riti religiosi servirà il Certificato Verde rafforzato.

Condividi su:

Seguici su Facebook