Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La storia siamo noi: le emozioni del Vivicittà a Pescara nello speciale sull'emittente TV6

Condividi su:

La prima domenica di aprile è stata dedicata al tradizionale appuntamento con il Vivicittà, la manifestazione di punta della primavera podistica in seno alla Uisp nazionale che ha coinvolto trenta città italiane, quattro in Europa ed anche il piccolo centro abitato di Suceava, al confine tra Romania e Ucraina, per un totale di 20.000 podisti a livello globale.

La tragedia della guerra in Ucraina sta scuotendo l'intera collettività ed è per questo che grazie alla 37°edizione del Vivicittà, lo sport si è vestito dei colori della pace.

Con la direzione tecnica del sodalizio abruzzese Vini Fantini e il supporto logistico dello staff della Uisp Abruzzo e Molise, le strade di Pescara hanno ospitato oltre un migliaio di podisti tra adulti, bambini, amanti delle passeggiate ludico-motorie ed anche i pattinatori di scena sul medesimo circuito cittadino podistico ripetuto due volte tra Piazza Salotto e il lungomare.

L'evento del Vivicittà pescarese è stato impreziosito dalla presenza della nazionale ucraina di ciclismo (a fare da apripista al serpentone dei podisti nella gara di 10 chilometri) e rientrava nel contesto del Giro d'Italia (Pescara partenza di tappa il 17 maggio) con l'esposizione del Trofeo Senza Fine (a forma di spirale dove sono incisi tutti i nomi dei vincitori della Corsa Rosa) in presenza dell'ex professionista e vincitore della Corsa Rosa (nel 2000) Stefano Garzelli, voce tecnica del ciclismo per conto di Rai Sport.
 

La copertina di questa edizione 2022 del Vivicittà è andata a Léonce Bukuru, l'atleta del Burundi che ha totalizzato il miglior tempo assoluto di 29'37" sui 10 chilometri (in assoluto la performance di spicco in Italia tra le 30 sedi di gara del Vivicittà) con una media di 2'57" a chilometro. In ambito femminile la reginetta è stata Sara Di Prinzio (Runners Chieti) con il crono di 38'38" e una media di 3'51" a chilometro.

Ancora un successo il binomio tra l'evento podistico e la LILT, la Lega italiana lotta contro i tumori per sensibilizzare i cittadini sul tema della prevenzione oncologica. Il plauso dell'assessore allo sport della città di Pescara, Patrizia Martelli: "Grazie alla Uisp, grazie ad Alberico Di Cecco per lo sforzo profuso nell'organizzare un evento straordinario. Grazie alla città che ha partecipato rispettando le chiusure al traffico lungo il percorso di gara. Un'emozione unica vedere aprire la gara dalla Nazionale Ucraina del Ciclismo. Strategica la presenza della LILT con il professor Marco Lombardo per la promozione dello sport come strumento per la prevenzione oncologica".

Alberico Di Cecco, coordinatore atletica della Uisp Abruzzo e Molise: "È stato un Vivicittà molto partecipato ma anche rivissuto con l'entusiasmo e lo spirito prima dell'emergenza Covid. Abbiamo superato ogni aspettativa con 600 atleti competitivi della 10 chilometri e oltre 200 i bambini che hanno dato veramente spettacolo nella cornice di Piazza Salotto. Un elogio ai pattinatori che, imperterriti e senza temere la pioggia, hanno fatto la loro passerella. Questa edizione era intitolata come corsa della pace e il connubio con la nazionale dell'Ucraina è stato vero e autentico, sfociato con amicizie e relazioni che andranno oltre questa giornata".

Nell'ottica di condividere la passione per lo sport e mettere in mostra tutto il bello di questa 37°edizione del Vivicittà, da non perdere l'appuntamento con lo speciale televisivo in onda su TV6 (canale 13 del digitale terrestre in Abruzzo) a partire da oggi sabato 9 aprile alle 13:00 e alle 21:00 con replica domenica 10 alle 18:00 e lunedì 11 alle 12:00 e alle 20:00.

Classifiche complete di tutte le gare su Timing Run al link https://www.timingrun.it/EventiTR/pages/percorsi/dettaglio.php?event=24

https://www.facebook.com/atleticauispabruzzomolise 

Condividi su:

Seguici su Facebook