Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

All'Istituto "Di Marzio-Michetti" nasce l’Optical Corner

Un angolo gestito dagli studenti dell’indirizzo di Ottica per effettuare ore di simulazione professionale dell’attività di marketing oltre che di riparazione e di montatura di lenti

la redazione
Condividi su:

“Nasce all’interno dell’Istituto Professionale di Stato Ipsias ‘Di Marzio-Michetti’ l’Optical Corner, un angolo gestito dagli studenti dell’indirizzo di Ottica per effettuare ore di simulazione professionale dell’attività di marketing oltre che di riparazione e di montatura di lenti, un progetto di Alternanza Scuola-Lavoro e Service Learning svolto direttamente a scuola per consentire ai ragazzi di applicare sul campo le nozioni apprese in aula. Attività che ci vedono collaborare con alcune imprese del territorio che offrono ai nostri studenti anche la possibilità di svolgere poi ore di tirocinio formativo all’interno delle stesse aziende, un’iniziativa, quella odierna, che farà da apripista per l’allestimento di altri corner, ciascuno dei quali corrispondente a uno degli indirizzi di studio della nostra scuola”. 

Lo ha annunciato la vicedirigente dell’Istituto Professionale di Stato Ipsias ‘Di Marzio-Michetti’ di Pescara Milca Marini nel corso della cerimonia di inaugurazione della struttura, realizzata al quarto piano della sede scolastica di via Arapietra. Presenti all’evento il consigliere regionale Vincenzo D’Incecco, il professor Vincenzo Salerni promotore dell’iniziativa e Capo Dipartimento dell’indirizzo Ottica, il Presidente Confartigianato Giancarlo Di Blasio, la dottoressa Giovanna Dragani dell’azienda Ottica Barberini, Andrea Davia dell’azienda Grand Vision e Giuseppe Di Matteo della Filab, aziende partner dell’Istituto, oltre al sindaco Carlo Masci giunto a portare il proprio saluto ai ragazzi, e gli stessi studenti. Ad aprire la cerimonia il classico taglio del nastro e la benedizione impartita da Don Francesco Santuccione, Abate generale della città di Pescara e parroco della Cattedrale San Cetteo.

“L’Optical Corner – ha spiegato la professoressa Marini – sarà il luogo che potrà rappresentare un vero punto vendita, ovvero un luogo per la simulazione di tecniche di vendita, dunque per svolgere il proprio PCTO-Alternanza Scuola-Lavoro, un Service Learning direttamente a scuola. Dietro il banco vendita opereranno ogni volta due studenti per turno, che si rapporteranno con l’eventuale cliente, i ragazzi prenderanno in carico l’intervento necessario, per portarlo poi in laboratorio, intervenire con tutta la classe, e quindi restituire il prodotto realizzato”. “L’iniziativa odierna ci conferma il grande fermento della scuola – ha detto il consigliere D’Incecco – ed è straordinaria la sinergia tra l’istituzione e il mondo dell’impresa che rende protagonisti i ragazzi, preparandoli al mondo del lavoro”. 

“L’alternanza scuola-lavoro è un’esperienza straordinaria per la formazione dei futuri ottici – ha sottolineato Dragani della Barberini -, parliamo di studenti che negli anni passati sono stati assorbiti nei nostri punti vendita. L’occhiale è un presidio medico, dunque la vista è fondamentale e per chi ha una difficoltà di visione, incontrare un bravo ottico significa gratitudine per sempre”. “Formare i ragazzi, ovvero i futuri professionisti direttamente a scuola, significa coprire quel gap che oggi ancora registriamo nel mondo del lavoro – ha sottolineato il presidente Di Blasio -, quelle carenze di specializzazioni che pure continuiamo ad avere. Per questa ragione abbiamo dato vita al progetto ‘Confartigianato tra i banchi’ per trasmettere esperienze, conoscenze e intrecciare rapporti con i nostri imprenditori del territorio”. “Oggi la scuola sta dimostrando di avere veramente a cuore il futuro professionale dei propri ragazzi – ha detto Davia – ai quali raccomando solo di trovare sempre un modo per divertirsi lavorando. Sicuramente l’Optical Corner rappresenta un’ottima palestra per allenare il proprio mestiere”. “La nostra azienda – ha aggiunto Di Matteo, della Filab – investe sui giovani, tanto che l’età media nei nostri stabilimenti è di 23-24 anni”. 

“Obiettivo dell’Optical Corner – ha spiegato il professor Salerni – è quello di curvare la competenza dei nostri studenti per avvicinare la scuola al mondo del lavoro. Dunque i nostri ragazzi svolgeranno una simulazione tra la gestione di un negozio di ottica e l’attività di laboratorio”. L’Optical Corner sarà aperto il lunedì dalle 11.40 alle 13.15; il martedì dalle 10.50 alle 12.30; il mercoledì dalle 9.15 alle 10.50; il giovedì dalle 10.50 alle 12.30; il venerdì dalle 12.30 alle 14. Gli studenti effettueranno la sostituzione di viti, l’assestaggio delle montature, il cambio dei naselli, il riadattamento delle lenti, il montaggio di filtri solari, la sostituzione delle lenti da vista, la saldatura e la pulizia degli occhiali con ultrasuoni.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook