Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Covid non è ancora sconfitto

Condividi su:

Un importante incontro dal titolo “Dal Covid 19 alle Virose emergenti” si è tenuto presso l’Officina del Gusto dell’Istituto Alberghiero di Pescara nella mattinata del 6 ottobre, per parlare di Covid e per far il punto sulla situazione attuale. 

A parlare dell’importante argomento il dottore Paolo Fazii, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Microbiologia e Virologa dell’Ospedale Civile di Pescara. 

Il dottor Fazii è stato in prima linea nei circa tre anni trascorsi per capire e combattere un virus che ha prodotto tanti danni nella popolazione italiana e mondiale. Egli ha narrato di quando, con i suoi colleghi, ha dovuto affrontare una pandemia per la quale non si era preparati e che si è combattuta conoscendola momento per momento.

Ma finita la pandemia da Covid 19 saremo sicuri? Il dottor Fazii ha fatto un resoconto di quanti virus sono già presenti tra la popolazione e di questi quanti potrebbero creare nuovamente danni.

Primo fra tutti il Covid che non ha smesso di fare danni e i numeri dei contagi hanno ricominciato a salire anche perché con l’inizio dell’autunno e la temperatura più fredda il sistema immunitario diventa più aggredibile. L’inizio delle attività autunnali, tra cui la scuola, può certamente essere veicolo di trasmissione dai giovani verso le persone più anziane. Il Covid non smetterà di fare danni e ci vorranno ancora molti anni finché diventi come un semplice raffreddore. Bisognerà usare mezzi di contrasto che sono rappresentati dai vaccini e in Italia 6 milioni di persone ancora non si sono vaccinate. L’uso delle mascherine è importante soprattutto nei luoghi affollati dove per forza maggiore si viene a stretto contatto con altre persone. Ma altri virus sono presenti in Italia come il vaiolo delle scimmie che ha contagiato in Abruzzo 4 persone. Altre varianti del Sars Co e altri virus come Dengue e Febbre gialla arriveranno nel bacino del Mediterraneo favoriti dalla tropicalizzazione del clima e dalla proliferazione delle zanzare come la West Nile o zanzara del Nilo occidentale.

Chiamata a commentare dal dottor Fazii, la dottoressa Soldato che ha detto che esiste un Piano nazionale di sorveglianza delle albovirosi che sono le malattie causate da virus trasmessi dalle zanzare e che sono state installate trappole nei luoghi sensibili quali porti ed aeroporti.

L’interessante incontro è stato organizzato dalla dirigente Alessandra Di Pietro, coadiuvata dai docenti Don Antonio De Grandis docente referente per l’emergenza Covid-19 e Rosa De Fabritiis docente referente dello Sportello C.I.C., che ha presentato l’evento parlando proprio di quanto la scuola ha subito negli anni trascorsi con la chiusura e le lezioni in DAD.

“Oggi, ha detto la Dirigente – la scuola ha ricominciato a lavorare recuperando tempi e spazi, ma bisogna continuare a stare attenti perché il virus è ancora presente. La nostra scuola è particolare i ragazzi lavorano in laboratorio nelle cucine ed è difficile evitare il contatto. La nostra è una scuola che lavora sul territorio, fa eventi che significa avere molti contatti ed è inclusiva con un numero elevato di speciali tra i propri studenti”

Presenti il sindaco Carlo Masci, la responsabile dell’Ufficio Scolastico Provinciale Daniela Puglisi con Tiziana Venditti, , il Prefetto emerito Vincenzo D’Antuono, il giudice Andrea Menna del Tribunale Ecclesiastico, Anna Maria Di Rita Presidente dell’Associazione Nazionale Cavalieri della Repubblica Italiana, la dirigente dell’Istituto Comprensivo di Tornareccio-Rosciano Margherita Trua Presidente del Kiwanis Pescara, il professor Marco Lombardo Presidente della Lilt Pescara, il dottor Mariusz Szymanski otorinolaringoiatra dell’Ospedale civile di Pescara e rappresentante del Lions, il vicepresidente ANPPE Gabriella Lentilucci, la psicologa Raffaella Papagno dell’Associazione DiversUguali e il dottor Gianluca Li Vigni medico competente dell’Ipssar ‘De Cecco’. 

Presenti inoltre gli studenti delle classi IV sezione A indirizzo Accoglienza, V sezione G e III sezione F indirizzo Enogastronomia e, infine, III sezione C indirizzo Sala,

In collegamento on line c’erano tutti gli studenti del Comprensivo di Cepagatti con la dirigente dell’Istituto Marina Gigante presente in sala.

Condividi su:

Seguici su Facebook