Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"Il fascino dell'immagine" donazione di 56 opere al Museo Vittoria Colonna

Mostra permanente di alcuni capolavori di Arturo Carmassi, Gastón Orellana e Claudio Bonichi

Redazione
Condividi su:

Grazie alla donazione del mecenate Alfredo Paglione, la collezione permanente del Museo d'Arte Moderna Vittoria Colonna si arricchisce notevolmente, potendo contare su una raccolta di oltre cento opere tra dipinti e sculture. 

Come orglogliosamente ha ricordato Augusto Di Luzio,  Presidente Commissione Cultura del Comune di Pescara, oggi sono state donate "cinquantasei opere di tre grandi artisti di fama internazionale: Claudio Bonichi, Arturo Carmassi e Gastòn Orellana. Di Claudio Bonichi, il critico del Novecento italiano Maurizio Fagiolo dell'Arco scriveva : "Il moderno Morandi...Ogni quadro è legato alla memoria, anche quella pera o il fungo dipinti nella natura morta, anche il corpo nudo intravisto nelle fantasie dell'adolescenza...". Di Arturo Carmassi, pittore e scultore più volte protagonista della Biennale di Venezia, basti dire che una sua opera, il ritratto di Francois Mitterand, è ospitata a Parigi nel Palazzo dell'Eliseo e che la stessa Parigi ospiterà una sua antologica al Museo d'Arte Contemporanea, dopo quella dedicata a Lucio Fontana.

Gastòn Orellana, ha goduto della stima e dell'amicizia dei poeti  Raphael Alberti e Pablo Neruda il quale annotava ciò che esite nella pittura di Orellana è vivo come la vita: così sicuro come un oggetto misterioso come una pietra. Forse la sua arte accanita è un'estensione dell'anima; ma così materiale, tattile e rugosa e fertile come l'involucro d'un frutto...".

La donazione dell'operatore culturale Alfredo Paglione vuole avere un'importanza sociale ed educativa di grande rilievo, volta a raggiungere il maggior numero di persone. "Il mio omaggio è rivolto soprattutto ai giovani, che sono la speranza e il futuro di questa Italia". "Desidero che la bellezza riempia gli occhi delle persone e tocchi il loro cuore" facendo percepire la luce che c'è sempre oltre il buio. Max Backmann diceva che l'unica strada per l'invisibile è il mondo visibile".

Quest'ultima donazione segue quella effettuata dall'Artista contemporaneo abruzzese Gigino Falconi, di venti suoi dipinti alla città di Pescara, votati dal pubblico durante i mesi della mostra e da oggi presenti stabilmente nello spazio a lui dedicato ed inaugurato stamani al Museo Vittoria Colonna.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook