Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ancora cumuli di rifiuti sul lungomare. Ma non c'era un accordo tra balneatori e amministrazione?

Meno di un mese fa un incontro e l'intesa. Ma a quanto pare il problema c'è ancora

la redazione
Condividi su:

Sono passati esattamente 28 giorni da quando rappresentanti dell'amministrazione comunale, della Attiva e dei balneatori si sono incontrati per trovare una soluzione al problema dei rifiuti creati dagli stabilimenti balneari e restituire decoro a quella che, soprattutto durante la stagione estiva, è la zona più frequentata della nostra città.

L'assessore Marchegiani, intervenuto alla riunione per conto del Comune, aveva annunciato una sinergia che avrebbero messo in campo tutte e 3 le parti coinvolte; sinergia che avrebbe portato alla soluzione del problema in due step, uno immediato e uno in vista della stagione estiva 2015.

Il primo immediato step, come è possibile leggere nell'articolo del 15 luglio, prevedeva il rispetto delle regole e degli orari da parte dei balneatori e l'allestimento, da parte del Comune, di punti di raccolta differenziata a servizio delle spiagge libere. A tutto questo si sarebbe unito il lavoro della Attiva che avrebbe provveduto al ritiro negli orari stabiliti.

Il Comune, da parte sua, ha preparato e installato i punti di raccolta differenziata sulle spiagge libere ma ci sono ancora problemi per quanto riguarda il conferimento dei rifiuti sul lungomare.

Alle 16:30 di oggi, in pieno pomeriggio, come è possibile vedere dalle fotografie, lungo la riviera nord si erano creati cumuli di rifiuti a volte alti più dei cassonetti stessi, o appoggiati anche ad autovetture e scooter parcheggiati nelle vicinanze dei cassonetti; di sicuro non un bel vedere e soprattutto "sentire" per i turisti e i cittadini a passeggio sul lungomare.

Le foto sono state scattate tra lo stabilimento Istria e Villa De Riseis, ma possiamo presumere che la situazione sia la stessa anche sull'altro tratto del lungomare nord e su quello sud.

Oltre alla sgradevole vista e allo "sgradevole odore" dei rifiuti, non possiamo non segnalare anche la loro pericolosità con scatole, sacchi, buste, sedie in plastica e cassette posizionati a ridosso e a volte all'interno della pista ciclabile. Questa problematica si riscontra soprattutto tra piazza Primo Maggio e il porto dove la stessa pista e il marciapiede sono sullo stesso livello.

Come detto erano stati presi degli accordi ma evidentemente qualcuno non ha fatto la propria parte.

Non vogliamo proprio pensare che gli accordi presi prevedano di conferire i rifiuti alle 16 o comunque nel pieno pomeriggio. Quindi o i balneatori non hanno rispettato orari e modi o la Attiva non ha rispettato i ritiri. Fatto sta che queste sono le condizioni del nostro lungomare in una, delle purtroppo poche, domeniche di bel tempo avute finora nella stagione estiva 2014.

Condividi su:

Seguici su Facebook