Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Nevica: e tu, che fai a capodanno?

Ecco come passarlo a Penne

| di Francesca Di Giovanni
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Come tutti gli anni, il dubbio sul come passare la notte del 31 dicembre assilla molte persone che, per un motivo o per un altro, si ritrovano a dover decidere all’ultimo momento. Un ulteriore elemento, il tempo, si è aggiunto a complicare le scelte di un gran numero di cittadini: il gelo e la neve che non ci abbandonano da alcuni giorni impediranno a molti di spostarsi con le macchine e costringeranno ad un cambio di programmi i pochi avventurieri che avevano deciso di festeggiare all’aperto.
Per ovviare a tutti i problemi del caso, oltre ai cenoni nelle proprie abitazioni condivise con amici e parenti, a Penne ci sono diverse soluzioni che consentiranno di passare un capodanno spensierato in compagnia senza l’ansia metereologica a rovinare la nottata. Un gruppo di giovani ragazzi del posto hanno avuto un’idea rivoluzionaria per consentire a tutti di festeggiare insieme a loro: chiunque volesse partecipare al veglione del ristorante Il Parco può farlo seppur senza un veicolo per spostarsi, grazie al servizio di bus navetta che starà a disposizione con una corsa ogni mezz’ora. Altre soluzioni sono, invece, gli spostamenti a piedi, e per chiunque si trovi nel centro storico o nei dintorni lo splendido scenario della Locanda del Duomo sarà un contorno perfetto per la notte di capodanno: all’interno antiche arcate in mattoni faranno da sfondo ad una cena raffinata che si concluderà con la possibilità di esprimere i desideri per l’anno venturo con un magico volo di lanterne. Rimanendo in zona centrale, se si preferisce una cucina un po’ più particolare, che prende spunto dalla cucina povera abruzzese, l’Osteria del Leone in Piazzetta XX Settembre metterà a disposizione dei pennesi le proprie prelibatezze.
Ma i problemi, si sa, non finiscono mai, e il crescente numero di vegetariani, vegani e persone con problemi di allergie avrà il timore di rimanere senza mangiare e di doversi accontentare del brindisi a mezzanotte, ma non è così. Infatti, in ognuno di questi locali c’è la possibilità di richiedere (ovviamente in anticipo) un menu speciale specifico per ogni caso. Per concludere, ogni cenone sarà accompagnato da una musica di sottofondo, live alla Locanda del Duomo e dj set a Il Parco, accuratamente scelta in base all’ambientazione e agli ospiti.

Francesca Di Giovanni

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK