Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Paolo Galli accademia del tennis

| di Mariano Barisani
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

CHIETI- Spinti dalla nostra innata passione per il tennis, nei giorni scorsi abbiamo deciso di accettare l’invito del coach, Paolo Galli, titolare dell’omonima accademia tennistica ubicata presso un posto veramente ameno ed incantevole in quel di Chieti Scalo.
Veniamo accolti in una location stile “British” ,tanto che sulle prime ci pare di trovarci in uno di quei tradizionali circoli inglesi, con tanto di stampe e racchette che ci riportano ai tempi dell’imbattibile William Renshaw, il tennistico britannico che, insieme a Pete Sampras ed a Roger Federer, detiene con 7 successi il maggior numero di vittorie nel singolare maschile di Wimbledon.

La nostra intervista sembra una chiacchierata con un vecchio amico. Gli chiediamo da quanto tempo esiste la sua accademia ed il motivo che lo ha spinto ad avviarla: “Questa accademia esiste da 20 anni, e da 15 anni alleno tenniste e tennisti di livello internazionale. L’idea è nata dalla grande passione che ho sempre nutrito per questo sport.”
Paolo Galli, infatti, è un coach di livello mondiale. E, subito ci svela i suoi allievi del passato e del presente: “Tra le ragazze che ho seguito posso annoverare, Anastasia Grymalska, Gioia Barbieri, che sotto la mia guida ha scalato diverse posizioni nel ranking, e le due argentine, Corbalan e Villar, quest’ultima vittima di alcuni problemi fisici e per questo costretta al ritiro dalle competizioni.”

Ma il coach teatino non ha allenato solo atlete in gonnella, ma anche qualche maschietto. Come l’argentino Carlos Berlocq, che attualmente veleggia intorno alla 70esima posizione del ranking Atp. Insomma, una predilezione per il gentil sesso, ma nel suo curriculum c’è anche altro. “Preferisco allenare le ragazze poiché, lavorando molto sull’aspetto mentale dei miei allievi, con il gentil sesso riesco a stabilire quasi sempre una grandissima empatia, che spesso in campo si tramuta in un atteggiamento assolutamente vincente da parte loro.” Ci confida il coach abruzzese.

Gli chiediamo dove abbia acquisito le sue competenze e lui ci svela un piccolo aneddoto: “Ho girato parecchio il mondo, ed in Germania ho imparato molto. I tennisti e le tenniste tedesche sono molto disciplinati. Sembrano dei soldatini. Ma chi mi ha insegnato i trucchi del mestiere è stato un coach dell’ex Cecoslovacchia: gli piaceva girare il mondo: un giorno decisi di offrirgli ospitalità, e lui per sdebitarsi mi insegnò tutti i segreti del tennis. Penso di dovergli molto.”

In passato ha anche organizzato tornei di una certa rilevanza: ben 4 con un montepremi pari a 10.000$ e uno da 25.000$. Attualmente la sua “pupilla” è la tedesca Anne Schaefer, ex numero 160 nelle classifiche Wta, che si allena con grande furore agonistico con lui nel suo circolo. La teutonica è stata protagonista di un inizio di stagione debordante: sono, infatti, ben 5 le finali da lei già raggiunte in questo primo scorcio di stagione 2015 in altrettanti tornei che ha disputato in Turchia (montepremi 10.000$). Ma bolle anche qualcosa di altro in pentola: “Si allenano con me anche due giovanissime di 14 anni. Le reputo molto interessanti in prospettiva futura."

Parliamo come due buoni amici della situazione del tennis femminile tedesco, in particolare della Lisicki e della Barthel. Alla fine ci fa una confidenza: “Mi piacerebbe allenare la Kerber: ha una grande potenza fisica, ma mentalmente è ancora fragile" (la tedesca fino ad ora non è stata protagonista di un inizio di stagione esaltante, sebbene sia una presenza costante tra le top-ten da qualche tempo ndc).

Mariano Barisani

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK