Alessandrini 'elimina' D'Annunzio anche dai Taxi. L'ira di Sospiri: "Furia iconoclasta"

Il consigliere regionale di Forza Italia: "Le priorità della città sono altre. La storia non si cancella"

| di la redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

“La ‘furia iconoclasta’ del sindaco Alessandrini non conosce tregua: nel tentativo disperato di cancellare ogni traccia del buon governo della città che lo ha preceduto, ha ora disposto l’abolizione immediata del logo ‘Pescara Città dannunziana’ da tutti i taxi di Pescara”. E’ quanto denuncia il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, che critica la relativa delibera “pubblicata nel totale silenzio del Comune”.

“Comprendiamo il suo imbarazzo e l’insostenibilità del confronto tra un’amministrazione del fare e il suo governo dell’immobilismo totale - dice Sospiri - ma dal sindaco di una città come Pescara ci aspettiamo altro, magari l’impegno nel proseguire quei cantieri che ha ereditato, fermato e abbandonato, come il Piano antiallagamenti, il recupero di Colle del Telegrafo, il completamento degli ultimi 50 metri di via Mazzarino, o della riqualificazione di Borgo Marino sud, o la preparazione di quegli atti di sua competenza necessari per il Piano regolatore portuale. E invece - conclude - la sua principale preoccupazione è quella di cancellare il ricordo e i simboli della Giunta Albore Mascia. Ma, peccato per lui, la storia non si cancella”.

la redazione

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK