Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

La bella addormentata va all’Expo 2015

| di Francesca Di Giovanni
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Se la montagna non va da Maometto, Maometto va dalla montagna. In questo caso è la nostra bella addormentata che, trasformata in prelibatezza culinaria, ha raggiunto Milano. Onelio Napoletani, il delegato regionale Conpait (Confederazione Pasticceri Italiani) per l’Abruzzo, ha presentato la sua creazione all’Expo durante un cooking show che si è svolto nel pomeriggio di domenica 30 maggio.
La presenza e il successo dell’Abruzzo all’evento più discusso dell’anno prosegue con il pasticcere di Penne che ha preso parte alla rassegna che si svolge ogni domenica presso il Cluster Cacao e Cioccolato, dove verranno ospitati a turno i delegati delle 20 regioni italiane e le loro creazioni. L’obiettivo è quello di presentare un dolce tipico del territorio di provenienza rivisitato per l’occasione, unendo la tradizione alla globalizzazione. Il dessert in questione, insieme a tutte le altre leccornie che passeranno presso il padiglione tematico, verrà inserito all’interno del libro dei dolci dell’Expo 2015, presentato ufficialmente in pubblico al Sigep (Salone internazionale gelateria, pasticceria e panificazione artigianali) 2016.
La bella addormentata nasce partendo dalla base del parrozzo e dall’Aurum, si fonde con altri ingredienti inusuali ma internazionali e si trasforma in un semifreddo monoporzione per divenire moderno. A prima vista un semplice dolce di tendenza che rispecchia la domanda globale e accomuna materiali provenienti da tutto il mondo, ma se si analizza a fondo si scopre che porta con sè tutti gli elementi della nostra tradizione: il nome che richiama la montagna madre a noi tanto cara, il parrozzo, il liquore pescarese e i sassi d’Abruzzo a completamento. Un’idea partorita e realizzata da Onelio che ha mostrato al pubblico accorso al suo demo live l’intera realizzazione del prodotto, ha dato ulteriori delucidazioni in merito all’arte pasticcera e ha concesso la degustazione di quanto appena creato. Al suo fianco il papà Franco Napoletani da cui ha ereditato questa passione, Stefano D’Arcangelo, Annamaria Foschi e Matteo Cipriani.
Tante le persone intervenute allo show, tra cui anche numerosi conterranei, che hanno avuto la fortuna di gustare in anteprima una creazione esclusiva. Ma i golosi assenti non avranno motivo di disperazione, in quanto la ricetta è stata resa pubblica sin da subito e il dolce continuerà ad essere prodotto a Penne. Un altro esempio del forte desiderio che ha l’Abruzzo di far conoscere il meglio della propria terra anche a chi è distante ed ignaro, nonché del feedback positivo di chi ne testa le bellezze e le bontà.

Francesca Di Giovanni

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK