Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La famiglia ... composta!

Si allarga l’interesse all’autocompostaggio. Ma manca l’informazione

Condividi su:

PESCARA - Domenica 26 ottobre, in Via del Santuario 156, nella cornice dell’evento “SpazioPiù Family” curato da SpazioPiù Spazio d'Incontro & Cultura, si è parlato di autocompostaggio presso lo stand attrezzato di Mondocompost, promosso dall'Ecoistituto Abruzzo, all’interno spazio informativo intitolato: “La famiglia ... composta”, curato da Giancarlo Odoardi, di edènia Società Cooperativa.
"Gestisco due strutture ricettive a Musellaro e a Brittoli e soprattutto d'estate si producono molti scarti organici. Vorrei provare e fare compostaggio". "Noi abitiamo ai colli e abbiamo uno spazio verde intorno casa. Per la verità è un po' una giungla. Facciamo compostaggio domestico, ma forse male, mi si riempie di vermi". "Io e mia sorella abbiamo un piccolo orticello e proviamo a fare compostaggio, ma non ci viene come viene a te. Dove sbagliamo?". "La mia compostiera è piena di moscerini e ci sono anche gli scarafaggi". Ecco alcuni dei commenti raccolti. Chissà quanti saranno gli interessati, anonimi, che non sanno fare o che già fanno ma che sono pieni di dubbi. E chissà quanti altri ce ne sono che non sanno che il regolamento comunale di Pescara di applicazione della TARI prevede, dallo scorso anno e con una insolita procedura, una riduzione della tariffa di ben il 30%. Credo pochissimi.
Non sembri una sciocchezza questa faccenda: se coordinata e promossa è in grado di abbattere la immissione nel circuito di raccolta e il costo dello smaltimento degli scarti organici di cucina, ma anche dell’orto o del giardino, in maniera significativa. Già solo il 10% di adesioni porterebbe a Pescara il risparmio economico di ben oltre 200.000,00 €.
L’Amministrazione dovrebbe farci un pensierino. Intanto chi vuole potrebbe cominciare manifestando il proprio interesse al tema iscrivendoci al Registro Regionale Compostatori Domestici - Registro - Iscrizione registro

Condividi su:

Seguici su Facebook