Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ecomostro sul lungomare. Blasioli: "Prima vittoria dal Consiglio di Stato. Domani è il giorno del TAR"

Condividi su:

La prima vittoria arriva direttamente dal Consiglio di Stato dove la società Immobiliare Michelangelo aveva fatto ricorso avverso l'ordinanza di demolizione prot. 159691 del 16 dicembre 2014 emessa dal Comune di Pescara.

Due sono stati infatti i ricorsi presentati dalla società titolare dell'edificio che continua ad imbruttire la nostra riviera di Pescara.

La prima riguarda l'ottemperanza e la corretta esecuzione della precedente sentenza, emessa sempre dal Consiglio di Stato, sez. IV, n. 2398 del 12 maggio 2014. La seconda, invece, un ricorso fatto al Tar di Pescara contro l'ordinanza con contestuale richiesta di sospensiva.

Al Consiglio di Stato è stata richiesta anche istanza cautelare da adottare inaudita altera parte, sul presupposto che in data 19 marzo 2015 scadono i 90 giorni concessi dal Comune di Pescara per la demolizione dello stabile.

Il Consiglio di Stato con decreto n. 807 del 23 febbraio 2015 non ha riconosciuto i presupposti per l'adozione delle misure cautelari prima della camera di Consiglio fissata per il prossimo 10 marzo 2015.

Ora la battaglia si sposta dinanzi al TAR per la sospensiva nella giornata di domani. Non spetta a me entrare nella materia legale, ma al di là della sospensiva mi auguro che il TAR fissi a brevissimo l'udienza di merito, sia perché la città aspetta da tempo la soluzione definitiva della vicenda, che va avanti ormai da 15 anni, e sia perché il Comune versa una cifra considerevole per le sue casse ai confinanti del fabbricato, proprio in forza di una sentenza del TAR di Pescara.

Condividi su:

Seguici su Facebook