Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Domani al via il Memorial Cornacchia

La redazione
Condividi su:

Domani, al via  il Memorial Cornacchia. Si comincerà alle ore 10 al comune con il convegno dal titolo "La tecnica giusta nelle corse ad ostacoli veloci: 110 e 100 HS". La giornata procederà con un secondo momento alle ore 15 con le prove pratiche di atletica presso lo Stadio Cornacchia.

Diversi i relatori del convegno di domani mattina: Roberto Bedini della Libertas di Livorno, Salvatore Morale della Liberas di Bergamo, Giorgio Mazza della Libertas di Venezia, Elio Locatelli ex commissario tecnico Fidal e consulente tecnico Coni, Augusto D'Agostino ex commissario tecnico Fidal e Daniele Fontecchio ex azzurro 110 HS.
Interverranno inoltre: il sindaco Marco Alessandrini, l'assessore Giuliano Diodati, quello alla Cultura e Istruzione Giovanni Di Iacovo, Luigi Musacchia presidente Cns Libertas, Enzo Imbastaro Presidente Coni Abruzzo, Fulvio Marinetti Dipartimento della Formazione Libertas nazionale, Alfredo Pellecchia presidente Libertas Abruzzo e Concetta Balsorio presidente Fidal Abruzzo.

"Un doppio evento, il ricordo e la celebrazione dei 70 anni della Libertas – così l'assessore allo Sport Giuliano Diodati – il Comitato nazionale ha pensato di organizzare una giornata per ricordare Giovanni Conracchia, concittadino e sportivo che si è distinto in Italia e nel Mondo per il suo talento che lo ha visto partecipe di ben tre Olimpiadi. Lo faremo con un convegno incentrato sull'importanza dell'atletica e dello sport e poi allo Stadio a lui dedicato, con una corsa ad ostacoli. Questo perché riteniamo che sia una corsa il modo migliore per ricordare Giovanni Cornacchia, figura importantissima".

"Faremo tre eventi in uno per ricordare il nome di un atleta di cui andiamo fieri – illustra Alfredo Pellecchia presidente Libertas Abruzzo –Il professor Bedini hacompiuto uno studio per l'apprendimento della corsa ad ostacoli le cui applicazioni verranno presentate in questa occasione. Pescara come scelta non è casuale, perché sede di atleti eccellenti. Saranno infatti con noi sia giovani talenti che vecchie glorie. Stiamo poi collaborando a livello regionale per comprendere e prevenire l'abbandono dello sport in età precoce, tematiche a cui dedicheremo a ottobre una serie di iniziative. Per tenere alta la storia che abbiamo e creargli anche un futuro abbiamo organizzato un circuito che si chiama Corrilabruzzo che ha anche una manifestazione notturna che è arrivata a 2.500 iscritti segno di una nuova primavera dell'atletica regionale"
.

Condividi su:

Seguici su Facebook