Cadavere finisce nelle reti di un peschereccio; si trovava a 16 miglia dalla costa

Il corpo è in avanzato stato di decomposizione

| di Redazione
| Categoria: Cronaca
STAMPA
printpreview

Giallo nelle acque dell'Adriatico.

Nella notte in mare è stato recuperato un cadavere in avanzato stato di decomposizione ed al momento non è possibile neppure dire se si tratti di un uomo o di una donna.

E' finito nelle reti di un peschereccio di Pescara, "Indomita", che si trovava all'incirca a 16 miglia dalla costa e ha lanciato l'allarme verso le 23.30 alla Capitaneria di Porto, intervenuta con una motovedetta.

Il peschereccio è stato scortato in porto, dove il cadavere, quasi ridotto a scheletro, è stato sottoposto a un primo esame dal medico legale per poi essere trasportato in obitorio. E' stata informata l'autorità giudiziaria.

Redazione

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK