Dirigente Asl sospeso per corruzione, due gli indagati

| di La redazione
| Categoria: Cronaca
STAMPA

Un dirigente medico addetto al Servizio Prevenzione e Tutela della Salute nei luoghi di lavoro della locale Asl, è stato sospeso per 6 mesi. Il provvedimento si è reso necessario in quanto l'uomo, un 60enne di Pescara, risulta indagato per corruzione e concussione.

Le indagini dalla Squadra Mobile di Pescara sono partite da una segnalazione anonima, condotte anche con l’ausilio d'intercettazioni telefoniche e ambientali nonché tramite accertamenti bancari e patrimoniali.

Esse hanno consentito di scoprire come il dirigente medico durante alcune visite ispettive condotte tra il 2011 e il 2014 nella provincia di Pescara nei confronti di alcune ditte, ed hanno rilevato presunte irregolarità di cui lo stesso medico è risultato socio occulto.

Le condotte illecite del Pubblico Ufficiale sono state compensate dai due soci titolari della International Work, indagati per gli stessi reati, per un totale di oltre 57.000 euro che sono stati pagati attraverso una serie di bonifici emessi a favore dei due figli del 60enne, mascherati come pagamenti di fatture relative a prestazioni lavorative fittizie.

La redazione

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK