Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Giovanni Legnini presenzierà alla presentazione del libro "La bellezza disarmata"

| di Piergiorgio Greco
| Categoria: Cultura | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Lunedì 2 maggio presso il Cinema Massimo di Pescara in via Caduta del Forte 15, alle 18.15 il vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura Giovanni Legnini presenta il volume "La Bellezza disarmata", insieme all'autore Julián Carrón, presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione. L'incontro sarà coordinato da Roberto Fontolan, responsabile del Centro Internazionale di Comunione e Liberazione. Saranno presenti anche l'Arcivescovo di Pescara, Sua Eccellenza Monsignor Tommaso Valentinetti, e il Sindaco Marco Alessandrini.

L'opera mette a tema la crisi della cultura occidentale, con un affondo sui temi di attualità come immigrazione, famiglia, nuovi diritti, Europa, terrorismo, politica ed economia. Attraverso il percorso del libro, l'autore rimette al centro l'uomo, con le sue domande e le sue esigenze di verità e di libertà. La "bellezza disarmata" della fede si fa strada come possibile risposta alle sfide del presente.

«Non c'è altro accesso alla verità se non attraverso la libertà. La storia è lo spazio del dialogo nella libertà»; e ancora: «Nessuno può stare in piedi senza qualcosa per cui valga la pena vivere», scrive l'Autore.

La bellezza disarmata propone gli elementi essenziali della riflessione di don Julián Carrón a partire dal 2005, anno della sua elezione a presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione, dopo che don Giussani stesso, l'anno prima, lo aveva chiamato dalla Spagna a condividere con lui la responsabilità di guida del movimento. Gli scritti, nati in occasioni diverse, sono stati ampiamente rielaborati e ordinati dall'autore per offrire il contributo di una esperienza reale a chiunque sia alla ricerca di ragioni adeguate per vivere e costruire spazi di libertà e di convivenza in una società pluralistica.

«L'unica condizione per essere sempre e veramente religiosi è vivere sempre e intensamente il reale, senza rinnegare e dimenticare nulla»scriveva don Giussani nel suo libro più famoso, Il senso religioso, e il suo successore scommette totalmente su questo magistero della realtà che sottopone anche la fede alla verifica dell'esperienza. Solo se l'avvenimento cristiano si dimostra capace di risvegliare l'uomo e di affrontare l'intera esistenza con le sue prove e la sua problematicit

Piergiorgio Greco

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK