Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Tutte le strade portano al bosco

Presentata la XIII edizione della Festa internazionale degli gnomi

| di Francesca Di Giovanni
| Categoria: Musica e Spettacolo | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Si è tenuta questa mattina alle 11.00, presso la sede dell’UNICEF di Pescara, la conferenza stampa di presentazione della Festa internazionale degli gnomi. La tredicesima edizione si terrà il 30 e il 31 luglio presso il campetto degli alpini di Roccaraso e sarà ricca di novità per vecchi e nuovi  avventurieri.

Le volontarie dell’ente per l’infanzia delle Nazioni Unite hanno accolto a braccia aperte i giornalisti accorsi per avere maggiori delucidazioni su ciò che avverrà tra 4 giorni tra le splendide montagne abruzzesi e, con essi, il sindaco di Pescara Marco Alessandrini, che ci ha tenuto a portare i suoi saluti di persona a chi si impegna tanto per incrementare il turismo sul nostro territorio. Assente a causa di un impegno istituzionale, invece, è stato il sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli, che si è detto rammaricato in quanto coinvolto personalmente nell’edizione di quest’anno: una delle tante novità è il gemellaggio con il festival Sibyllarium, che si terrà a fine agosto in terra ascolana. In sala, oltre ad Abruzzo Tu.cu.r. (e la compagnia de I guardiani dell’oca), che da 13 anni regala weekend magici ai sognatori di tutto il mondo, era presente anche l’Assessore al turismo di Roccaraso Daniela Cipriani: la cittadina dell’appennino centrale è già pronta ad accogliere tutti i visitatori italiani e stranieri.

Il prossimo weekend, con il sorgere del sole, le creature silvestri si desteranno dal letargo invernale e si mostreranno agli umani per due giorni unici, durante i quali li guideranno tra il verde alla scoperta della natura e dei suoi segreti. Dopo la consueta sfilata mattutina per le vie del paese, presso il campetto si potrà prender parte a laboratori, assistere a spettacoli teatrali e musicali, degustare prelibatezze locali, acquistare souvenir tematici e molto altro, il tutto facendo leva sul teatro ambiente, che la compagnia de I guardiani dell’oca propone con successo da circa 20 anni. “E’ la festa dei bambini e degli adulti che non hanno dimenticato la bellezza dell’essere bambini; è la festa della natura e del bosco con tutti i suoi abitanti”, ovvero un richiamo irresistibile per chiunque. E se è vero che i maggior sognatori sono i più piccini, è proprio a loro che bisogna dedicare maggior attenzione: per fare ciò si può acquistare la maglia ufficiale della manifestazione, che finanzierà il progetto “vogliamo zero”, promosso dall’UNICEF contro la mortalità infantile.

In un’atmosfera magica che colpisce tutti i sensi, degno di nota è lo spettacolo in notturna, durante il quale si seguiranno le orme di elfi, gnomi, fate e folletti, con la guida della luce lunare e delle lanterne. «Non per vantarci, ma noi abbiamo inventato la caccia alle creature fantastiche molto tempo prima dell’avvento dei Pokemon» ha dichiarato Zenone Benedetto, il responsabile dell’evento. Anni di storia, dunque, su cui ogni singolo partecipante potrebbe scrivere il proprio libro, basato sull’esperienza personale vissuta alla Festa degli gnomi. E il prossimo scrittore, a tramandare la tradizione, potresti essere tu.

Francesca Di Giovanni

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK