Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Pescara sbrana i "Lupi" dell'Avellino. Biancoazzurri vittoriosi 1-3

Condividi su:

Nell'anticipo della 34esima giornata il Pescara scende in campo al Partenio di Avellino. Formazione rimaneggiata quella di Oddo che schiera Aresti tra i pali, difesa con Vitturini, Fornasier, Mandragora e il primavera Ventola, centrocampo con Memushaj, Verre e Bruno, Pasquato a supporto delle due punte Caprari e  Lapadula. Risponde l'Avellino con Frattali tra i pali, difesa con Pisano, Rea, Biraschi e Chiosa, centrocampo con Insigne, D'Angelo, Larini e Visconte, in attacco il duo Mokulu e Castaldo.

Cronaca

Partono bene i biancoazzurri nella prima frazione di gara. Al 4' Cross di Pisano che diventa quasi un tiro in porta ma esce sopra la traversa. 
Al 9' cross di Pisano, stacca Mokulu ma la conclusione si spegne sul fondo. Al 13' Tiro di Pasquato dalla distanza, palla sul fondo. Al 23' conclusione dal limite dell'area di Memushaj, tiro forte ma centrale. Al 34' Pescara in vantaggio: contropiede dei biancoazzurri, Lapadula serve in profondità Caprari che trafigge l'incolpevole Frattali. Dunque 0-1 per il Pescara.

Tre minuti dopo, al 37' gol del raddoppio del Pescara, ma l'arbitro annulla per fuorigioco inesistente: l'attaccante pescarese non era aldilà della linea dei difensori, gol dunque regolare. Al 45' cross pericoloso di Insigne ma nessuno dei giocatori biancoverdi ne approfitta. Dopo due minuti di recupero termina il primo tempo con il punteggio di 0-1 per il Pescara.

Nella ripresa, dopo 5 minuti, al 50', l'Avellino trova il pareggio con Castaldo, palla persa dal centrocampo biancoazzurro Fornasier non chiude e l'attaccante partenopeo colpisce sotto l'incrocio dei pali. E' dunque 1-1 al Partenio. Al 52' Avellino vicino al vantaggio: Mokulu di tacco sfiora il palo, il pallone attraversa l'area di rigore, ma nessuno lo raccoglie. Al 62' torna in vantaggio il Pescara: cross di Memushaj, perfetto il colpo di testa di Lapadula che insacca per l'1-2. Al 67' miracolo di Aresti su una girata da distanza ravvicinata di D'Angelo.


Al 68' bella giocata del Pescara, Lapadula  per Caprari, l'attaccante biancoazzurro calcia sopra la traversa e sfiora il terzo gol. Al 70' è ancora Aresti che salva il risultato: su un colpo di testa di Mokulu alza sopra la traversa. Al 75' arriva il terzo gol del Pescara: Acosta calcia, Frattali respinge e sulla ribattuta arriva Mitrita che controlla e tira infilando Frattali per l'1-3 del Pescara. Al 82' tiro di Sbaffo, Aresti respinge con i pugni. Al 84' cross di Memushaj, deviazione di Rea traiettoria velenosa ma Frattali è attento e devia in corner. Al 45' palo dell'Avellino con Paghera. Dopo 3 minuti di recupero la partita termina per 1-3. Il Pescara conquista la seconda vittoria consecutiva e sale a 55 punti, tornando per un sera, terzo in classifica. 

Condividi su:

Seguici su Facebook