Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Dal "Rampigna all'Adriatico", la storia dei gloriosi "teatri" biancoazzurri"

Condividi su:

Dal “RAMPIGNA” all’ “ADRIATICO”, edito dalla Fondazione Pecarabruzzo- Inieri Edizioni, è il frutto di una ricerca storica avviata nel 1998 dai fratelli Delli Gatti, noti collezionisti ed esperti sulla storia sportiva pescarese (Maurizio è autore di due saggi già pubblicati: “PESCARA-75anni di fede biancazzurra”che racconta la storia della tifoseria biancazzurra e “UN SOGNO, UN AMORE, UNA STORIA-Storia del movimento rugbistico pescarese” che ripercorre la storia della squadra di rugby cittadina dal 1968 a oggi). Tale ricerca si è concentrata soprattutto sulla raccolta di immagini delle varie epoche, e documenti ufficiali depositati negli archivi statali e comunali della Provincia di Pescara.

L’opera racconta gli eventi che hanno caratterizzato la storia dei due gloriosi stadi pescaresi attraverso testo scritto, centinaia di immagini (alcune rarissime ed inedite), carteggi, piante, planimetrie, progetti e articoli della stampa d’epoca.

Oltre a raccontarne la storia ne descrive le varie modifiche strutturali subite nel tempo, analizzandone, con l’aiuto dei carteggi dell’epoca, tutte le fasi evolutive in relazioni a metodologie e tecniche di costruzione utilizzate, evidenziando le molteplici differenze nel tempo e relazionandole al modo di concepire gli impianti sportivi dai primi anni ’20 fino ai giorni nostri. L’opera raccoglie nella parte finale un capitolo in allegato dove alcune tabelle danno anche un idea dettagliata delle spese affrontate per la realizzazione dei vari interventi che hanno cambiato gli aspetti estetici e strutturali dei due stadi.

Lo scopo di tale pubblicazione è quello di rievocare il ricordo dei luoghi e degli eventi ai lettori più anziani, farli conoscere alle nuove generazioni, stuzzicare la curiosità degli appassionati della materia (studenti di architettura, designer, appassionati di impianti sportivi).

CARATTERISTICHE DELL’OPERA: 144 pagine a colori, formato A4, rilegatura cartonata.

Condividi su:

Seguici su Facebook