Calciomercato Pescara, Sebastiani: "Su Montalto, Ceravolo e Machin vi dico..."

La società si sta muovendo sul mercato. Ventola ceduto a titolo definitivo all'Arezzo

| di Riccardo Camplone
| Categoria: Sport
STAMPA

Con la sosta del campionato il Pescara sta lavorando per rinforzare la rosa. Nel mirino della società ci sono Montalto, attaccante del Bari, Ciofani e Ceravolo. Si pensa ad un eventuale ritorno di Josè Machin, con quest’ultimo che ha trovato poco spazio nel Monza e di Sebastiano Esposito, attaccante dell'Inter che ha giocato la prima parte del campionato alla SPAL, andando a segno proprio contro il Pescara. Capitolo cessioni: Christian Ventola è stato ceduto a titolo definitivo all’Arezzo, squadra di Serie C allenata dal pescarese Andrea Camplone, mentre Di Grazia verrà ceduto con la formula del prestito. Queste le parole di Daniele Sebastiani, presidente del Pescara intervistato a Rete8:

“Al momento, su Machin, non c’è nulla di concreto perché il ragazzo potrebbe essere in uscita perché lui chiede più spazio. Lo conosciamo benissimo e Pescara sarebbe una piazza gradita, però è evidente che ci sono problemi legati al fatto che il Monza abbia pagato al Parma un cartellino molto importante. Nel momento in cui si deciderà che si andrà su un giocatore come Machin bisognerà sedersi con il Monza per capire come e cosa fare. Arriverà uno tra Ciofani, Montalto e Ceravolo? Stiamo facendo delle valutazioni su alcuni di questi giocatori che possano potenzialmente essere sul mercato e magari uno di questi arriverà a Pescara. La Gumina? Non credo che si possa muovere da Empoli, perché noi in estate lo chiedemmo ma ci fu il problema dell’obbligo di riscatto che aveva la Sampdoria a febbraio e se non c’è un riscatto anticipato il ragazzo non potrà muoversi da Genova. Non credo che sia un’operazione percorribile e sarebbe stato un profilo giusto per il Pescara. Due attaccanti oppure uno più Machin? Dipende da come si presenterà il mercato, perché è evidente che se fai un giocatore con le caratteristiche di Machin, che è un giocatore molto offensivo, puoi farne anche solo uno. Se non fai un giocatore con quelle caratteristiche ne fai due. Machin può fare tranquillamente la mezz’ala e credo che la struttura non gli machi e neanche la corsa. Noi abbiamo giocatori di corsa come Busellato, Omeonga e Crecco mentre il mister vede Fernandes come mezz’ala. Con i rientri di Drudi, Bocchetti e Antei, che secondo i nostri sanitari dovrebbe mettersi apposto con il ciclo di terapie, credo che basti un solo difensore. Sfoltire l’organico? Lo stiamo già facendo anche per i ragazzi che hanno trovato poco spazio. Bisogna dire che all’interno dell’organico sono rimasti anche dei ragazzi della Primavera e dal momento che il campionato ripartirà domenica 16 gennaio, qualcuno di questi ragazzi andrà a rinforzare la Primavera che ha giocato solo 2 partite e quando vai a fare i conti è una squadra normale e nei prossimi 100 giorni ci saranno ben 6 turni infrasettimanali. È vero che ci sono 5 cambi ma è anche vero che se hai una rosa che ti consenta di far rifiatare qualcuno sicuramente sarà molto importante in questo momento. Tra Montalto, Ceravolo e Ciofani qual è il profilo ideale? Per me sono 3 giocatori che potrebbero venire tranquillamente a Pescara. Hanno caratteristiche un po' diverse ma sono forti. Non ci sono solo loro tre ma anche profili che stiamo valutando che giocano in campionati diversi. Di scommesse non ne abbiamo fatte perché abbiamo portato giocatori che hanno nelle gambe tanti campionati di Serie A e B. Nel calcio può capitare che le cose non vadano benissimo, magari non ottieni quello che ti aspetti ma ci sono tante squadre come la Cremonese, una società che non ha bisogno di presentazioni ed ha un presidente che ha il lusso di fare quello che vuole. Sono 2-3 anni che allestisce organici importanti ma per diversi motivi è sempre lì che non riesce a tirare fuori le proprie potenzialità. Per Pescara-Cremonese ci sarà un attaccante? Se dipendesse solo da noi porterei tutti i rinforzi, perché prima li dai al mister meglio è. È chiaro che non dipende da noi e mi auguro di non arrivare agli ultimi giorni. Spero che con i direttori, nel giro di una settimana-10 giorni, a chiudere ciò che ci servirà e a dare all’allenatore quello che serve per poter lavorare tranquillamente. Ventola è stato ceduto a titolo definitivo all’Arezzo, mentre Di Grazia andrà in prestito ma ha ancora delle offerte ed il ragazzo sceglierà. Bocic e Riccardi? Il primo non è in uscita mentre il secondo non è nostro, ha trovato poco spazio e la Roma chiederà di spostarlo. Se la volontà del ragazzo sarà quella non possiamo imporlo.

Esposito? Noi andremo a prendere i calciatori che saranno funzionali. La scorsa estate abbiamo chiesto Esposito con molta insistenza, io personalmente parlai con il ragazzo ed oggi la situazione è un po’ diversa, è chiaro che faremo le nostre valutazioni. Se il mister ci dovesse dire che vorrà cambiare modulo ed Esposito sarà al centro del progetto noi andremo a rompere le scatole all’Inter. Crecco è un nostro giocatore, è un ragazzo eccezionale e quando viene chiamato si fa trovare pronto e ha un contratto in scadenza a giugno 2023. Se ci chiederà di andare in prestito per poter giocare un po’ di più noi lo accontenteremo, dicasi per Di Grazia e gli altri.”

Riccardo Camplone

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK