Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"Pescara-Vicenza nessuna differenza". Il gemellaggio più antico d'Italia

Condividi su:

"Pescara-Vicenza, nessuna differenza" è questo lo slogan che dal lontano 1977 accompagna le tifoserie di Pescara e Vicenza. 

Ma come è nato il gemellaggio più antico tra Pescara e Vicenza? E' presto detto: tutto ebbe inizio nel  il 9 gennaio del 1977, quando oltre tremila Pescaresi invasero praticamente la città veneta. L' amicizia nacque in quell' occasione, con il Pescara che espugnò il Menti, e con i sostenitori vicentini che, nonostante la delusione, salutarono l' uscita dallo stadio dei nostri pescaresi con un clamoroso e sincero applauso. E così anche nella gara di ritorno i sostenitori biancorossi furono accolti calorosamente dai pescaresi, ricambiando l' ospitalità ricevuta. Al termine del campionato le due tifoserie festeggiarono inisieme le promozioni delle rispettive squadre. L' anno successivo, grazie agli accordi presi dai capi ultras, ci fu il gemellaggio ufficiale, avvenuto in occasione della gara Vicenza - Pescara (1977/1978) dove nel prepartita Ciro, capo dei Rangers, e Moreno, leader degli ultras vicentini, si scambiarono le sciarpe a centrocampo.

Da allora ogni anno, per ben 39 anni, sugli spalti si rinnova il gemellaggio, che lo ricordiamo è quello più antico d'Italia tra due tifoserie. Se si gioca in veneto sono i vicentini ad ospitare i pescaresi nelle loro case e davanti un banchetto suntuoso, se si gioca a Pescara, sono i pescaresi che ospitano i vicentini.

"Pescara-Vicenza nessuna differenza", "Vicenza-Pescara, nessuno ci separa" con questi due motti di amicizia e fratellanza le due tifoserie hanno dato vita al gemellaggio.

Qui di seguito alcune foto datate delle due tifoserie assieme.

Condividi su:

Seguici su Facebook