Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Congresso nazionale dei Comitati delle Due Sicilie nel Real Convitto Borbonico di Caserta, anche la sezione Pescarese parteciperà

| di Luciano Troiano
| Categoria: Tradizioni | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Anche il Comitato delle Due Sicilie – Sezione di Pescara – Delegazione Abruzzo sarà presente al Congresso Nazionale dei Comitati delle Due Sicilie che si svolgerà domani e domenica, 10 e 11 ottobre, e sarà ospitato nella sontuosa cornice del Real Convitto Borbonico di Caserta. Una delegazione, quella locale, che sarà di fatto la seconda, in termini di partecipazione numerica degli iscritti, dopo quella calabrese.
 

“Quelli che si apriranno domani – hanno spiegato i responsabili della delegazione pescarese – saranno due giorni di lavori utili per raccontare le vicende risorgimentali viste dal Sud; un modo diverso di rivivere la nostra storia rispetto alla versione dei libri di scuola che, spesso, celebrano i vincitori dimenticando coloro che rappresentavano il Regno delle Due Sicilie, uno degli stati più antichi della penisola, unito da 800 anni”. Il programma  dei lavori congressuali prevede l’arrivo domani, dalle 14.00 alle 16.00 con il rinnovo delle tessere e la consegna della scheda per le elezioni del Direttivo nazionale. Alle 18.00 si svolgerà la visita guidata presso il primo opificio tessile organizzato su base tecnica e industriale di San Leucio, a pochi chilometri da Caserta, nato nella seconda metà del ‘700, e la serata si chiuderà con la cena sociale e spettacolo a tema.
Domenica 11 ottobre tutti i delegati si ritroveranno presso il Real Convitto Borbonico per iniziare i lavori di votazione, spoglio e proclamazione degli eletti che costituiranno i quadri associativi per il prossimo quadriennio.

 

“Ovviamente – hanno aggiunto i responsabili del Comitato Due Sicilie Sezione di Pescara – nelle attività che portiamo avanti ormai da anni anche nella nostra provincia non c’è alcuna interventi da parte dei movimenti identitari come : Movimento Neoborbonico, Insorgenza Civile, Partito del Sud, Movimento Duosiciliano, Siamo Tutti Briganti, gli amici siciliani del MIS,i nuovi eletti.
Nel frattempo ci saranno le relazioni e i saluti di tutti i delegati del movimento dei Comitati Due Sicilie nonché gli interventi da parte dei movimenti identitari come : Movimento Neoborbonico, Insorgenza Civile, Partito del Sud, Movimento Duosiciliano, Siamo Tutti Briganti, gli amici siciliani del MIS, i direttori e giornalisti che si occupano dei nostri temi oltre a altri gruppi in aggiunta ai saluti delle autorità locali e regionali.nostalgia per un regno cancellato 154 anni fa senza che fosse dichiarato lo stato di guerra, ma intendiamo testimoniare solo volontà di studiare e divulgare i primati della seconda potenza industriale e navale al mondo, distrutta in pochi anni dai piemontesi con una discutibile amministrazione che ha dato origine alla irrisolta ‘questione meridionale’. In tale prospettiva rientrano anche le iniziative assunte nei mesi scorsi,ad esempio, con l’Associazione Fontevecchia, ristabilendo il confine simbolico tra l’Italia e il Regno delle Due Sicilie all’ingresso del Borgo Case Troiano a Spoltore, e suscitando, così, la curiosità di tanti, a partire dai ragazzi, che, ancora oggi, continuano a fermarsi per chiedere notizie circa il significato di quella cartellonistica e apprendendo notizie spesso ignorate perché poco approfondite nei libri di testo”.

Luciano Troiano

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK