Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"inCanto Libero": Andrea Diletti in concerto al carcere di Pescara

Il Cantautore presenterà in anteprima il suo ultimo Album in un live riservato ai detenuti

Condividi su:

Il cantante pescarese di origini aquilane Andrea Diletti, ha scelto di condividere in esclusiva la sua ultima fatica discografica con un pubblico speciale, esibendosi sul palco della casa circondariale di Pescara, per dare vita ad un evento che grazie alla musica e alla solidarietà sostenga la necessità di rendere il carcere una preziosa occasione di rinascita e sviluppo di nuove opportunità di crescita per i ragazzi che vivono la realtà della reclusione.

L'iniziativa è sostenuta dal patronato Inca Cgil di Pescara e da quello regionale, con il supporto in veste di Sponsor dell'Istituto MAICO, un centro per il controllo della sordità. l'Artista pescarese varcherà i cancelli di San Donato raccogliendo il testimone del collega POVIA, che condivise due ore di concerto acustico con i detenuti il 18 febbraio scorso. Andrea Diletti spiega le motivazioni della sua decisione:

"Ho deciso di promuovere in anteprima assoluta il mio ultimo Album in un live riservato ai detenuti della casa circondariale di Pescara per svariati motivi. Credo fermamente nei doni speciali che la musica ci offre, tra questi quello di rendersi strumento per alleviare il disagio interiore, in svariati modi, forme e contesti sociali. Penso al canto e alle canzoni come ad una medicina preziosa per alleviare la solitudine, la stessa che si prova tutti quando si è prigionieri delle proprie paure. Spesso anch'io ho bisogno dell'"ora d'aria", quando il peso dell'ansia tra le quattro mura delle mie inquietudini diventa  insopportabile.

A volte vorrei proprio evadere da me stesso e allora canto, suono, mi ricordo che grazie alla musica posso tornare a giocare con la vita e a sperare nel futuro che m'impegno a realizzare ogni giorno. Ho scelto di esibirmi per questo pubblico speciale, consapevole che sarà un'esperienza che mi arricchirà tanto, anche fosse solo grazie al sorriso di ragazzi che portano sulle spalle il peso di storie difficili, perché incoraggiarli aiuta soprattutto me a valorizzare meglio il tempo, gli spazi, le libertà di cui posso beneficiare a mio piacimento e che considero troppo spesso un privilegio scontato.

Da questo concerto nascerà anche un progetto per portare i laboratori SVESHTEN DUKH DAISHIDO® all'interno delle carceri, come strumento per condividere con i detenuti momenti di ascolto interiore, rilassamento, nonchè socializzazione e divertimento attraverso il canto, la musica e la conoscenza del respiro".


Per l'occasione, Diletti presenterà l'ultimo Videoclip musicale "DAMMI DI PIU' ", un brano dal significato lirico strettamente connesso all'iniziativa, che sarà disponibile online il 21 Dicembre prossimo come canzone pilota del suo nuovo disco intitolato "ALDILADIME".

Il Cantautore non è nuovo a questo tipo di progetti legati al sociale. I primi dell'anno pubblica Il brano "Magnificat 432 Hz", scritto da don Marco Frisina per Mina, rivisitato e prodotto dal cantautore, con il patrocinio dell'amministrazione comunale di Roccamorice (Pescara), ed è stato un progetto per la rivalutazione Eremo di Santo Spirito a Majella, affinchè la musica sostenesse l'arte sacra in Abruzzo e sensibilizzasse l'opinione pubblica ad una maggiore cura del patrimonio storico, artistico e culturale spesso sottovalutato.

il 25 Maggio scorso invece, Il cantante ha ideato, scritto e prodotto la canzone "IL BUIO", un inno per supportare la "Giornata internazionale dei bambini scomparsi".

Attualmente, il cantante è protagonista del Musical "LA FANTASIOSISSIMA NULLASTOPOLI" di Virginia Barrett, nei panni del mago Nanei, e dal Gennaio del 2015 promuoverà il suo nuovo disco in giro per l'Italia.

Condividi su:

Seguici su Facebook