Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Spazio Donna:Spazio Donna: Abusi, ultimo appuntamento di Amori Resilienti.

Controcultura dei sentimenti violati

Condividi su:

Si chiude domenica 13 marzo alle h. 21 la rassegna culturale “AMORI RESILIENTI. Controcultura dei sentimenti violati” presso lo , promossa dall’associazione La Formica Viola, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara.

Utilizzando la formula della conferenza-spettacolo, ABUSI vuole esplorare il tema della violenza sessuale nel tentativo di rintracciare e raccontare la sua matrice socio culturale. L’intento è quello di ricomporre, attraverso un montaggio di frammenti estrapolati dal cinema, dal teatro e dalla danza, l’evoluzione della cultura dello stupro, dalla fine degli anni 70 ad oggi.

L’evento nasce da una coproduzione e collaborazione tra La Formica Viola e La Compagnia dei Merli Bianchi, con la partecipazione di Rosamaria Aloisi (danzatrice), Margherita Di Marco (attrice), Francesca Fadda (relatrice).

Il progetto Amori Resilienti verte sul tema degli amori laceranti e straordinari allo stesso tempo, i quali, nonostante la loro profonda drammaticità, riescono a far emergere risorse personali spesso inesplorate e a far giungere a inaspettati percorsi di autoaffermazione.

L’amore, quello violato dall’invisibilità, dalle prescrizioni e dal conformismo, diventa lo scenario di un cambiamento grazie a cui viene restituito valore alla soggettività e riscatto sociale.

La resilienza è quella capacità umana grazie alla quale è possibile trasformare un evento potenzialmente destabilizzante in una esperienza formativa e di crescita personale. Un processo pervasivo, al termine del quale le ferite possono gradualmente essere rimarginate affinché si verifichi una piena ripresa del controllo della propria vita, non restando più incagliati nel ruolo di vittime.

Attraverso il teatro e il cinema, l’evento si propone come uno spunto per attivare fattori di resilienza nel contesto culturale, sviluppando la consapevolezza emotiva e cognitiva di quei meccanismi sociali percepiti come un ostacolo al riconoscimento di sentimenti, identità e diritti. Consapevolezza, coscienza civile, relazioni orientate al rispetto possono diventare quelle barriere protettive in grado di ridurre i rischi di discriminazione e violenza e promuovere una cultura dell’accoglienza.

La rassegna è sponsorizzata dalla UnipolSai Assicurazioni ed è stata realizzata in collaborazione con MagLab, Artisti per il Matta, l’associazione Movimentazioni, il BookCaffè Primo Moroni, AltraPsicologia, Anddos, Donn.è, Ananke, Arcigay, Deposito dei Segni, e la già citata Compagnia dei Merli Bianchi.

È prevista una sottoscrizione associativa per l’ingresso: si può accedere ad un singolo evento con una quota minima pari a 5€.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

 

Per ulteriori informazioni:

Dott. Davide Silvestri {347.81.50.573}

Dott.essa Francesca Fadda {347.21.14.917}

www.laformicaviola.com/

Pagina FB: facebook.com/laformicaviola

Mail: laformicaviola@gmail.com

 

Condividi su:

Seguici su Facebook