Riemergono dagli scavi per il disinquinamento del fiume, resti di un antico forte Borbonico

| di Sara Gerardi
| Categoria: Attualità
STAMPA

Grazie ai lavori di disinquinamento del fiume, eseguiti dall' Aca sulla golena Nord, martedì sono emersi reperti storici di epoca borbonica. Come avevamo anticipato in un articolo precedente, la stessa scoperta era stata ampiamente preannunciata dal regista pescarese Alessio Consorte prossimo all'uscita questa sera con il suo film "Il Traghettatore", già precursore delle scoperte grazie alla riprese e alle ricerche effettuate per girare lo stesso film.

Una porzione di muro di epoca cinquecentesca, sul lato nord dell’antica Fortezza borbonica e un’altra struttura di epoca più recente, forse  risalente ai primi anni del secolo scorso,  sono intersecati ad un metro di profondità al di sotto del manto stradale sul Lungofiume. Sono queste le scoperte riaffiorate dal sottosuolo, emerse nel corso degli scavi.

Un cantiere, monitorato dalla Soprintendenza ai Beni archeologici che ha avviato un studio archeologico dell’area, in tandem con la Soprintendenza ai Beni ambientali e architettonici.Ma come aveva anticipato lo stesso Consorte, altri reperti potrebbero riemergere anche nella zona compresa tra il circolo La Canottieri e il Rampigna. 

Sara Gerardi

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK