Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il 20 novembre del 1972 moriva Ennio Flaiano

Condividi su:

Il 20 Nombre del 1972, di 43 anni fa moriva a Roma lo scrittore pescarese Ennio Flaiano(leggi qui la sua vita). Grande studioso, giornalista e cinematurgo il Flaiano ebbe un unico cruccio nella sua brillante attività produttiva: la figlia disabile Lelè, che lo spinse a cadere in un periodo depressivo.(leggi il focus).

Ennio Flaiano è forse uno degli scrittori più citati per le sue battute, le sue frasi celebri e i suoi aforismi. Fra quelli indimenticabili:

  • Fra trent’ anni l’Italia non sarà come l’avranno fatta i governi, ma come l’avrà fatta la TV
  • Il libro sogna. Il libro è l’unico oggetto inanimato che possa avere sogni
  • Essere pessimisti circa le cose del mondo e la vita in generale è un pleonasmo ossia anticipare quello che accadrà
  • Quando l’uomo non ha più freddo , fame e paura è scontento
  • Ci sono molti modi di arrivare, il migliore è di non partire
  • I giorni indimenticabili della vita sono cinque o sei in tutto. Gli altri fanno volume
  • I grandi amori si annunciano in modo preciso, appena la vedi dici: chi è questa stronza?
  • Oggi ho lasciato la mia famiglia perché ero stanco di sentirmi solo.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook