Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Performance-reading: “NON SPARISCO DALLA TERRA”, progetto artistico a cura di Deposito Dei Segni, presto a Pescara

Progetto artistico a cura di Deposito Dei Segni ONLUS

| di Giovanni Dursi
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Da Venerdi 28 ottobre 2016 s'avvia una nuova produzione artistica dell'ASSOCIAZIONE DEPOSITO DEI SEGNI ONLUS che, da anni, è impegnata nelle arti teatrali, arti visive, arti applicate, teatro sociale, nuovi media,diritti umani, educazione alla pace, formazione e partecipazione.

Si nizia da Torino Venerdi 28 ottobre 2016 alle ore 21.00 presso Officine CAOS, P.zza Montale. Nei prossimi giorni DEPOSITO DEI SEGNI presenterà la performance-reading: “NON SPARISCO DALLA TERRA”.

In scena con Cam Lecce e Jörg Grünert i partecipanti alla sessione laboratoriale del progetto, esplorando nel gesto pittorico spontaneo la temperie delle emozioni e dei sentimenti della parola nel suo farsi linguaggio in azione, esperienza attuativa che percorre l'orizzonte emotivo della lirica e della prosa con il linguaggio segnico-grafico-pittorico. "Non Sparisco dalla Terra" è presentato nell'ambito della Residenza Multidisciplinare Arte Transitiva 2016 di Stalker Teatro, una serata alla scoperta della cultura arabo-palestinese per dare impulso e sostegno ai diritti umani, alla pace e al dialogo tra i popoli. La letteratura come potenzialità alternativa dei conflitti.

La letteratura palestinese è una scrittura di impegno civile in cui i temi dell’esilio, della resistenza, della lotta all’oppressione, contro la persecuzione e la prigionia, per il diritto alla vita e per la difesa della propria identità si intrecciano all’amore per la terra perduta. Una scrittura in cui il dramma storico di un popolo e la nostalgia della terra negata assumono, nelle trame delle storie di vita e nella scansione dei versi, valenza universale.
Autori dei testi sono: Ibrahim Tuqan, Fadwa Tuqan, Rashid Husayn, Samih al-Qasim, Samira Azzam, Ibrahim Nasrallah, Mahmud Darwish. La scelta dei brani è a cura del docente universitario, saggista e traduttore Wasim Dahmash. Liriche e i testi percorrono un arco temporale che va dagli anni 30 del '900 fino ai nostri giorni.
http://www.stalkerteatro.net/immagini/deposito2016.jpg

0cchio alle date a partire dal 28 Ottobre 2016

Giovanni Dursi

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK