Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Rientri in Abruzzo, gli obblighi di comunicazione

Vanno avvertiti Regione, medici di famiglia e operatori del servizio di sanità pubblica territorialmente competenti

redazione
Condividi su:

Per tutte le persone che fanno ingresso in Abruzzo con decorrenza 7 aprile 2020 è obbligatorio segnalare il proprio rientro alla Regione Abruzzo, in modalità telematica al seguente indirizzo (clicca qui).

Lo prevede l'ordinanza numero 27 del 7 aprile a firma del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, dell'assessore regionale alla Salute Nicoletta Verì e del direttore del Dipartimento regionale Sanità Giuseppe Bucciarelli.

L'ordinanza in questione dispone l’obbligo di comunicare questo al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta i quali provvederanno a comunicare tali informazioni agli operatori del servizio di sanità pubblica territorialmente competente. Per i non residenti in Abruzzo la comunicazione va resa direttamente agli operatori del servizio di sanità pubblica territorialmente competente in relazione alla località di destinazione, ai seguenti recapiti:

Numero Unico 800 59 54 59;

Numero dell’Emergenza 118 per Asl 1–Avezzano-Sulmona-L’Aquila;

Numero Verde 800 860 146 per Asl 2–Lanciano-Vasto-Chieti;

Numero dell’Emergenza 118 o al numero 333 61 62 872 per l’Asl-3 Pescara;

Numero Verde 800 090 147 per l’Asl 4–Teramo.

Condividi su:

Seguici su Facebook