Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Istituto "De Cecco", ecco il progetto "Fare Rete: Fare Gol-Scuola e Impresa Digitale"

"Il nostro obiettivo è quello di informare i nostri ragazzi sulle mille opportunità professionali che il mercato offre" ha detto il dirigente Di Pietro

Condividi su:

“Una settimana di formazione per la ricerca attiva del lavoro. È quella che si è aperta ieri, per chiudersi venerdì 22 gennaio, con il progetto ‘Fare Rete: Fare Goal – Scuola e Impresa Digitale’, per gli studenti delle classi IV dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara e che ci vede partner di Confindustria Chieti-Pescara e dell’Agenzia per il lavoro Ranstad Italia. Il nostro obiettivo è quello di informare i nostri ragazzi sulle mille opportunità professionali che il mercato offre, sul modo migliore per cercare e per proporre la propria candidatura, potenziando le competenze trasversali dei nostri studenti e orientando lo stesso mondo del lavoro. E il valore aggiunto dell’iniziativa, che per le prescrizioni Covid-19 si svolgerà completamente in modalità on line, è proprio la capacità della scuola di ‘fare rete’ con le Istituzioni di settore.”

Lo ha annunciato la dirigente dell’Istituto Alberghiero Ipssar De Cecco di Pescara Alessandra Di Pietro, ufficializzando l’iniziativa che ha preso il via ieri e che si svolgerà sino al 22 gennaio dalle 8.10 alle 13.

“Il progetto, giunto alla sua quarta edizione – ha detto la dirigente Di Pietro – rappresenta un percorso di orientamento scolastico e di alternanza scuola-lavoro, rivolto a venti studenti eccellenti del nostro Istituto, degli Indirizzi di Enogastronomia e Cucina, Sala e Vendita, Pasticceria e Turismo, 20 ragazzi selezionati per il loro impegno scolastico e professionale, dunque parliamo di un’esperienza concreta di attuazione e diffusione dell’Alternanza che partendo dal matching delle competenze scuole-imprese, ne facilita il dialogo e ne amplifica l’efficacia per lo sviluppo e la crescita del territorio. ‘Fare Rete: Fare Goal’ mira a dare prospettive di futuro concrete per i nostri studenti. Pensiamo che i ragazzi dell’Alberghiero, che tra due anni saranno potenzialmente gli specialisti della ristorazione, della pasticceria, dell’accoglienza turistica, si troveranno a guidare la fase di ripresa e di rilancio proprio di uno dei comparti economici e produttivi più pesantemente penalizzati dalla pandemia da Covid-19. E proprio l’emergenza sanitaria comunque oggi li obbliga a pensare la professione in modo diverso, a reinventare in modo creativo, originale il proprio ingresso nel mercato del lavoro e, in tal senso, potersi confrontare oggi con i professionisti di settore è comunque un privilegio che consente ai ragazzi di beneficiare di una panoramica ad ampio raggio sulle prospettive stesse del mercato del lavoro nell’agroalimentare e sulle skill, ovvero le abilità, richieste dalle aziende ristorative, turistiche e ricettive”. Durante la settimana, gli studenti si confronteranno con Alessandro Addari Presidente Piccole e Medie Imprese Pescara-Chieti, Claudia Pelagatti Responsabile Educafiob di Confindustria Pescara-Chieti, Roberto Di Domenico titolare dell’azienda Spiedì e Presidente della Sezione Agroalimentare Confindustria Pescara-Chieti, coordinatrice la professoressa Anna Maria Spina docente di Scienza e Cultura dell’Alimentazione. “La capacità di risolvere i problemi, il lavoro di squadra, l’ascolto, il ‘saper essere’ – ha commentato il Direttore generale di Confindustria Chieti-Pescara Luigi Di Giosaffatte -: sono queste le competenze oggi richieste dalle aziende e che avremo modo di illustrare ai ragazzi."

Condividi su:

Seguici su Facebook