Pescara, 639 cittadini affetti da Covid usufruiscono del servizio di raccolta dei rifiuti direttamente sotto casa

Petrelli: "Un impressionante balzo in avanti che conferma ulteriormente l’elevato indice virale ancora in circolazione"

| di Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

“È salito a 639 utenti il numero dei cittadini affetti da Covid-19 posti in isolamento domiciliare che usufruiscono oggi del servizio di raccolta dei rifiuti direttamente sotto casa. Un impressionante balzo in avanti che conferma ulteriormente l’elevato indice virale ancora in circolazione a Pescara, che sta imponendo ad Ambiente Spa un’organizzazione straordinaria del servizio per riuscire a coprire tutta la città, e soprattutto ha determinato l’imponente attività di sanificazione e igienizzazione di tutto il territorio, non limitandoci più al solo tradizionale lavaggio delle strade, ma piuttosto mirando a tutte quelle infrastrutture che sono di uso comune, dai bidoni e cassonetti stradali alle panchine sino alle aree di accesso a parchi, giardini, scuole, chiese e luoghi di cultura. Una situazione che va evidentemente monitorata ventiquattro ore su ventiquattro per contenere il contagio e impedire la sua ulteriore diffusione”.

Lo ha detto il Presidente della Commissione Ambiente Ivo Petrelli al termine della seduta della Commissione che ha visto la presenza dell’assessore all’Ambiente Isabella Del Trecco e del responsabile di Ambiente Spa Massimo Del Bianco.

“I dati emersi nel corso della Commissione sono chiaramente preoccupanti e meritevoli di attenzione – ha sottolineato il Presidente Petrelli -. Partiamo dai numeri: a oggi sappiamo che a Pescara ci sono ben 639 positivi al Covid-19 in isolamento domiciliare, dunque cittadini che, pur avendo contratto il virus, fortunatamente non hanno bisogno del ricovero ospedaliero e sono sotto osservazione sanitaria a casa propria. Pensiamo però che appena una settimana prima i positivi ai domiciliari erano, secondo le comunicazioni ufficiali partite direttamente dalla Asl e indirizzate a Comune e Ambiente, 483, dunque abbiamo avuto un incremento di ben 156 unità in pochi giorni. E pensiamo anche che a novembre scorso, quindi nel cuore della seconda ondata del Covid, i contagiati a casa erano solo 350, e addirittura a metà aprile 2020, dunque a due mesi dall’esordio della pandemia mondiale, gli utenti erano solo 205, ovvero un terzo di quelli odierni, tanto per avere l’esatta misura dell’effettiva gravità della situazione che stiamo vivendo. Dunque oggi ci sono 639 famiglie, in cui almeno un componente è affetto da Covid-19 e che usufruiscono del servizio dedicato di distribuzione gratuita dei sacchi e del materiale per il confezionamento indifferenziato specifico del pattume e del suo ritiro domiciliare servizio che per ora Ambiente Spa continua a svolgere due volte a settimana, con il conferimento del pattume in area appositamente individuata per lasciar decantare i rifiuti almeno per due settimane quale procedura di decontaminazione. I numeri – ha aggiunto il Presidente Petrelli – ci testimoniano anche la rilevanza dell’intervento straordinario organizzato da Ambiente Spa di concerto con l’assessore Del Trecco per la sanificazione degli arredi cittadini, ovvero degli spazi, delle aree, degli oggetti di uso comune, come le panchine o i cassonetti stradali. L’operazione è ormai partita da tre settimane e sta interessando a tappeto tutta la città, individuando ogni giorno circa una decina di strada da trattare in modo specifico, ma soprattutto ripetendo la stessa operazione almeno due o tre volte a settimana in quelle zone della città che registrano un naturale maggior afflusso di utenti come l’area tutt’attorno alla stazione centrale, i portici di piazza Salotto-via Carducci, corso Umberto e corso Vittorio Emanuele. A questo punto continueremo a monitorare il dato, anche per avere un quadro aggiornato e veritiero, immediatamente verificabile dal Comune, circa la diffusione del virus a Pescara, sperando che entro pochi giorni i numeri dei contagi comincino a scendere sensibilmente, anche grazie alle nuove misure di contenimento già adottate, come la chiusura dei parchi e dei giardini oltre che delle scuole e di buona parte dei negozi”.

 

Redazione

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK