Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A Pescara firmata l'ordinanza sul divieto di uso di scoppi e petardi

Il regolamento, firmato dal Sindaco Masci, comprenderà tutto il periodo natalizio e di Capodanno sino al 7 gennaio 2022

Condividi su:

Il Sindaco Masci ha firmato l'ordinanza sul divieto di uso degli scoppi di petardi, mortaretti ed artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico in luogo pubblico o di uso pubblico, e nei luoghi privati da cui possano essere raggiunte o interessate direttamente aree e spazi ad uso pubblico per tutto il periodo natalizo e di Capodanno sino al 7 gennaio 2022. 

I cittadini che non rispetteranno l'ordinanza saranno multati con una sanzione amministrativa che va da un minimo di 25,00 euro ad un massimo di 500,00 euro

Il divieto sarà anche sull'utilizzo di fuochi pirotecnici, non posti in libera vendita, nei luoghi privati, senza la licenza di cui all'art. 57 TULPS e dell'utilizzo di giochi pirotecnici, anche di libera vendita, nei luoghi privati senza rispettare le istruzioni per l'uso stabilite sulle etichette, e le prescrizioni di cui al D.L. 58/2010.

Il Sindaco raccomanda a tutti coloro che hanno la disponibilità di aree private, finestre, balconi, lastrici solari, luci e vedute e simili prospicienti la pubblica via, aree pubbliche o private ad uso pubblico di limitarne e controllarne l'uso per la effettuazione di spari, scoppi, lanci di giochi pirotecnici, mortaretti, e simili, e comunque di evitare il lancio di detti artifìci, nonché la caduta di altri oggetti pericolosi per la pubblica incolumità, verso luoghi pubblici o di uso pubblico. I genitori e tutori di minori dovranno vigilare sul corretto uso dei dispositivi nei luoghi privati, sul rispetto delle istruzioni, e per evitare che i minori raccolgano ordigni inesplosi.

Ai proprietari di animali domestici, si raccomanda di vigilare affinché il disagio degli animali determinato dagli scoppi non causi danni alle persone e agli animali medesimi.

CLICCA QUI PER LEGGERE L'ORDINANZA

Condividi su:

Seguici su Facebook