Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Cagnolino abbandonato nei rifiuti salvato da uno studente

Il giovane chiama e avverte le guardie Zoofile che rintracciano il proprietario

| di Sara Gerardi
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Poteva finire nel peggiore dei modi l'avventura di Billy, un cagnolino di razza puscher, che è stato trovato domenica sera in un bidone dei rifiuti da uno studente. Il giovane insospettito dai guaiti, e dal movimento all'interno del cassonetto al momento di buttare i suoi rifiuti, si è calato all'interno del cassonetto e ha recuperato l'animale spaventato ma in buone condizioni. Il giovane ha poi in seguito portato il cane cn sè , dandogli ospitalità per la notte. L'indomani mattina lo studente ha subit chiamato le guardie zoologiche per denunciare l'accaduto: giunte sul posto le stesse hanno constato le bune condizioni del cane visitandolo e si sono rese conto che era in possesso del chip.

E' stato poi in seguito identificato il padrone del cane:si trattava di una persona residente a San Giovanni Teatino, ma natio di Chiati, che era arrivato a spostarsi a Pescara, pur di disfarsi dell' ormai "ingombrante" fagotto vivente.Recatesi presso l’abitazione dell'intestatario del cane, le Guardie si sono trovate di fronte ad una persona che negava di aver “gettato via” l’animale, ma sosteneva di averlo dato a un amico di cui però si ostinava a non voler dare le generalità, a costo di doversi assumere le responsabilità del caso. In compenso voleva che a tutti i costi Billy gli venisse restituito: richiesta ovviamente negata. 

E' stato poi affidato ad una nuova famiglia, che è anche già in posesso di un cane di razza femminile.

Sara Gerardi

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK