Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"Una bella signora" millenaria che sfida il tempo: la Primavera, il fascino di una stagione

Condividi su:

"Oggi la primavera è un vino effervescente.Spumeggia il primo verde sui grandi olmi fioriti a ciuffi dove il germe già cade come diffusa pioggia.Fra i rami onusti e prodighi
un cardellino becca.Verdi persiane squillano su rosse facciate che il chiaro allegro vento di marzo pulisce.Tutto è color di prato.Anche l'edera è illusa,la borraccina è piú verde
sui vecchi tronchi immemori che non hanno stagione,lungo i ruderi ombrosi e macilenti cui pur rinnova marzo il grave manto.Scossa da un fiato immenso la città vive un giorno
d'umori campestri.Ebbra la primavera corre nel sangue."

Così il poeta ermetico Vincenzo Caldarelli descriveva la primavera nel 1946. Molti poeti hanno dedicato liriche e poesie su questa stagione,nel corso degli anni, dove i fiori germogliano, i frutti nascono, gli animali abbandonano il letargo. Oggi 21 marzo, la stagione primaverile fa il suo ingresso, e con essa la natura si risveglia. Pescara è pronta ad accogliere la nuova stagione.

Condividi su:

Seguici su Facebook