Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Che freddo c'era, maledetta primavera

Freddo e gelo su tutta la regione, la colonnina del termometro non supera i 5/6 gradi

Condividi su:

"Che fretta c'era maledetta Primavera" cantava così Loretta Goggi in una canzone del 1981. E' proprio il caso di ribadirlo oggi a distanza di 34 anni, "maledetta primavera". Le temperature invernali del weekeend pasquale, con acqua, neve gelo in tutto l'Abruzzo, non sembrano abbandonare la nostra Regione, malgrado il periodo primaverile. Nell'aquilano, nel chietino, nel teramano e nel pescarese la colonnina di mercurio non supera i cinque gradi

A L'Aquila questa mattina la temperatura era di un grado con accenni di nevischio a tratti. Anche sulla costa la temperatura non è assolutamente primaverile: tenui fiocchi di neve sono scesi sopra i 300 metri sul livello del mare ieri sera e questa mattina.  Situazioni analoghe nel Chietino e nel Teramano. Neve più intensa, ma non abbondante, sopra i mille/mille e duecento metri.

Da giovedì ci dovrebbe essere un leggero miglioramento delle temperature che, comunque, restano ben lontane da quelle primaverili. "Che freddo c'era, maledetta primavera" 

Condividi su:

Seguici su Facebook