Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

FacciAMOla pulita, slogan dell’assessora Paola Marchegiani per una nuova Pescara pulita e decorosa.

| di Maria Luisa Abate
| Categoria: Comunicati Stampa | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

14 novembre, ore 11,30 presso la Sala Giunta del Comune di Pescara, si è tenuta la conferenza stampa per lanciare una serie di iniziative sul fronte decoro del territorio cittadino, pulizia e lotta al degrado.

Hanno partecipato il Sindaco Marco Alessandrini, il vice sindaco e assessore alla Manutenzione Enzo Del Vecchio, l'assessora al Decoro Urbano Paola Marchegiani, l'assessora al Verde Pubblico Laura Di Pietro, il comandante della Polizia Municipale Carlo Maggitti con i responsabili di servizio di competenza, il direttore generale di Attiva Spa Massimo Del Bianco con in responsabili dei settori Adriano Agostinone e Danilo Palestini, la consigliera Lola Gabriella Berardi, l’ing. Zaffiri responsabile del CED.

La conferenza stampa è stata voluta dal sindaco Marco Alessandrini che con i responsabili dei servizi, gli assessori preposti, la Polizia Municipale ed Atttiva spa hanno presentato il programma di organizzazione per il decoro della città.

Ben si sa che la città pulita la fanno i cittadini, ma da troppo tempo Pescara versa in una situazione di degrado per incuria ma con “un pacchetto coordinato di iniziative”.-Ha detto il Sindaco- “Presentiamo oggi un piano da un lato di spazzamento ordinario e di pulizia straordinaria della città, per cui chiediamo la collaborazione piena dei cittadini, affinché le operazioni siano più incidenti e possano svolgersi al meglio.

Voglio anche ribadire un aspetto che mi sta molto a cuore che domani svilupperemo meglio nella Road Map del nostro piano sociale che comincia il suo corso. Non passa giorno che noi non facciamo sgomberi, lo facciamo per mantenere il decoro di alcune aree, ma è importante anche la prevenzione. Perché non fosse solo un’operazione di ordine pubblico dall'inizio di agosto abbiamo istituito le unità di strada, una task force che mette insieme Comune e associazioni e che interviene dando ascolto, assistenza, aiuto alle persone senza fissa dimora presenti in città. E abbiamo già avviato una situazione operativa per monitorare il fenomeno che è contenuto, ad oggi sono un centinaio le persone che lo alimentano, e favorire percorsi di inclusione sociale. Fenomeno su cui si può o si cerca di intervenire e che affrontiamo con il supporto del comparto sicurezza, per i risvolti di competenza. Domani saremo infatti in prefettura per stabilire una serie di azioni che si possono svolgere e che puntano tutte alla prevenzione e gestione anche sociale del degrado, coinvolgendo tutti i soggetti competenti”.

L’assessora al Decoro Urbano Paola Marchegiani ha dichiarato che: “Ora più che prima, Facciamola Pulita questo lo slogan che accompagnerà la nostra azione. È tra lo straordinario e l'ordinario l'intervento per la pulizia della città che, per tutto il mese di novembre, impegna congiuntamente le squadre della municipalizzata Attiva e gli agenti della Polizia urbana. Straordinario perché comporta un'azione più intensa e visibile di un'unità di Attiva nel quadrilatero centrale della città. Straordinario anche e soprattutto perché inaugura un impegno comune dei settori e degli assessorati all'Igiene Urbana, alla Manutenzione e al Verde pubblico che, coordinandosi continuativamente, stabiliranno una prassi dalla quale si attende maggiore efficacia. L'unità 'speciale' di Attiva, incaricata della pulizia a fondo, dalle strade ai tombini, opera con l'ausilio della Polizia urbana, che vigila sul rispetto dei divieti di sosta temporanei collocati nei settori man mano interessati dall'intervento. C'è però anche dell'ordinario in questo intervento, soprattutto perché è l'occasione per avviare il lavoro della task force permanente istituita all'interno del corpo della Polizia Municipale per supportare il lavoro di Attiva ma, più in generale, per vigilare sul rispetto delle norme sull'igiene urbana”.

Il problema maggiore rilevato per la pulizia delle strade ed in particolare dei tombini e delle caditoie è la sosta delle automobili che nonostante l’avviso di divieto per il passaggio della macchina pulitrice lasciano di notte l’automobile impedendo di fatto la pulizia delle strade.

L’assessora Marchegiani ha dichiarato che saranno comminate le sanzioni previste al fine di abituare i cittadini al rispetto dei segnali stradali.

Anche l’amministratore della società Attiva Massimo Del Bianco ha lamentato l’ingombro che le automobili fanno per la pulizia delle strade ma si è rallegrato che: “Per la prima volta si organizza un servizio in cui più elementi dell'Amministrazione collaborano per un risultato comune. E' questa la strada maestra perché non si può pensare di lasciare solo ad Attiva la pulizia della città, noi facciamo un intervento giornaliero, quello che accade dopo non può dipendere solo da chi opera, ma anche da quanti vivono la città. Su richiesta dell'assessorato abbiamo fatto un programma articolato per il quadrilatero centrale”…”Per agevolare questa collaborazione abbiamo anche pensato di predisporre un servizio che avvisa attraverso un sms, a chi si registra sul sito del Comune, inserendo nome indirizzo, e che riceverà un messaggio che gli ricorderà quali sono i parcheggi vietati nella zona”.

Anche il comandante della Polizia Municipale Carlo Maggitti ha ritenuto positive la nuova organizzazione che vede tutti i soggetti interessati lavorare per un programma comune: “Piena disponibilità da parte della Polizia Municipale contro il degrado e per il decoro urbano – ha detto il comandante - avremo due servizi dedicati: il Nucleo Ambiente e Polizia Amministrativa diretto dal Maggiore Adamo Agostinone e quello Sicurezza Urbana Anti degrado e Polizia Giudiziaria guidato dal Maggiore Danilo Palestini a cui si sommerà anche il Servizio Viabilità e Sicurezza Stradale. Dovremo ricalibrare anche la nostra presenza su una fascia notturna che prima non riuscivamo a seguire. La collaborazione evita sanzioni per il divieto di sosta a cui si somma la rimozione dei mezzi. Ci organizzeremo per rendere diffusa al massimo la comunicazione, con la speranza di non dover ricorrere a questo per favorire questa nuova fase di azione”.

Sarebbe auspicabile che per primi i cittadini capissero l’importanza di tenere pulite le strade conferendo l’immondizia nei cassonetti nelle ore stabilite e che non lasciassero cartoni ed ingombranti per le strade, che non buttassero carte e mozziconi per terra e che rispettassero tutti raccogliendo le deiezioni dei loro cani.

L’amministrazione comunale, d’altronde, dovrebbe far si che le promesse ed i programmi presentati fossero portati a compimento per dimostrare che è possibile avere una città pulita così come si desidera tenere pulita la propri casa.

L’augurio è anche che la polizia municipale non sia solo repressiva con sanzioni, ma che nelle sue “passeggiate di controllo” inviti chi sta per procurare un danno a non commetterlo sempre per il raggiungimento del bene comune che deve essere il vero obiettivo di qualsiasi amministrazione comunale.

In allegato:

Piano dei divieti di sosta per la pulizia delle strade

Maria Luisa Abate

Documenti (2)

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK