Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Filomena Delli Castelli, in ricordo di una grande donna, intitolazione della sala Azzurra del palazzo della Regione.

Condividi su:

il 30 novembre alle ore 10.30 sarà intitolata a Filomena Delli Castelli la sala Azzurra del palazzo della regione Abruzzo in via Bovio a Pescara. Questa è la prima volta che una sala viene intitolata ad una donna e nello specifico ad una grande donna abruzzese che ha saputo con la sua tenacia portare avanti diritti delle donne partendo dall'appartenere alla Costituente che ha donato a tutti gli italiani una carta costituzionale che ci ha accompagnato per circa 70 anni, è stata prima Sindaca d'Abruzzo, promotrice di Leggi per il lavoro, per la previdenza e per la famiglia, per le pari opportunità, il teatro ed il cinema.

È stata anche componente della commissione di vigilanza della RAI e a lei si deve il famoso programma televisivo "non è mai troppo tardi" che con l’indimenticabile maestro Manzi ha aiutato tante persone ad uscire dall'analfabetismo.

Di seguito il Comunicato Stampa

In occasione dei 100 anni della nascita di Filomena Delli Castelli (28 settembre 1916 - 22 dicembre 2010) la Presidente della Commissione Pari Opportunità della Regione Abruzzo Gemma Andreini, su iniziativa della giornalista Alessandra Portinari, ha organizzato il 28 settembre scorso, un Convegno su Filomena Delli Castelli, donna abruzzese chiamata a redigere la Costituzione Italiana, che si è concluso con la richiesta di intitolare una sala della sede regionale di viale Bovio alla "Madre della Costituzione Italiana".

Con una delibera di Giunta, è stata approvata l'intitolazione della "Sala Azzurra" di viale Bovio e il 30 novembre dalle ore 10,30 si svolgerà la Cerimonia di intitolazione, con l'apposizione di una targa, alla quale parteciperanno alunni dei Licei Scientifici Leonardo da Vinci di Pescara e Corradino D’Ascanio di Montesilvano, oltre alle autorità regionali, provinciali e comunali e alla Senatrice Federica Chiavaroli Sottosegretario alla Giustizia.

Condividi su:

Seguici su Facebook