Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Centro commerciale naturale, ne ha discusso la Commissione Commercio

Condividi su:

“Il Centro commerciale naturale è un obiettivo da perseguire con convinzione. Ecco perché, d’accordo con il sindaco e l’assessore Cuzzi, abbiamo deciso di avviare in commissione una discussione approfondita sul tema, puntando a migliorare il modello sul quale Pescara aveva iniziato a ragionare. Organizzeremo alcune sedute tematiche per garantire la massima partecipazione delle categorie alle scelte strategiche, al fianco del sindaco e della giunta”. Lo afferma Piero Giampietro, presidente della Commissione consiliare Commercio, riunita questa mattina per entrare nel merito del Centro commerciale naturale, della sua legislazione, della forma giuridica, dei ruoli e delle funzioni.

“Nella prima parte della passata consiliatura - ricorda Giampietro - c’era stato un tentativo di avvio del Ccn purtroppo interrotto. Ora si tratta di riannodare, assieme all’assessore Cuzzi, i fili di quel ragionamento, coglierne pregi e difetti e dare rapidamente alla città un nuovo progetto di Centro commerciale naturale, con il protagonismo dei commercianti e degli artigiani ed una solida presenza istituzionale. Abbiamo avviato lo studio delle buone prassi messe in campo in altre città e, grazie al supporto delle associazioni di categoria, siamo già in contatto con altre realtà per verificare le esperienze maturate e capire i modelli più avanzati come i Distretti urbani del commercio sperimentati in Lombardia. Ora – conclude il presidente della commissione – inizierà una fase di ascolto delle esigenze dei commercianti, partendo da quelli del centro dove il discorso era avviato e dove senz’altro si giocherà il futuro dell’appeal del terziario pescarese. L’obiettivo è quello di dotare il centro di uno strumento avanzato di organizzazione e marketing, ma al tempo stesso di verificare la possibilità di aggregazione, su target distinti, anche delle attività economiche di vicinato presenti in altri quartieri. Siamo certi che solo unendo le forze e applicando modelli avanzati il commercio pescarese potrà competere a testa alta”.

Condividi su:

Seguici su Facebook