Partecipa a Pescara News

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

Omicidio in via Gran Sasso, accoltellamento al culmine di una lite

La vittima lavorava in una paninoteca kebab, lascia moglie e quattro figli

Condividi su:

Una lite sarebbe all’origine dell’accoltellamento mortale di questa mattina in via Gran Sasso a cui avrebbero preso parte più persone, una delle quali avrebbe estratto un coltello e ucciso il 44enne, raggiunto da tre o quattro fendenti all’addome. È questa la prima ricostruzione della dinamica  riportata dall’Adn Kronos realizzata dai Carabinieri.  

La vittima si chiamava Absail Houssaini, bengalese di 44 anni residente da tempo in città e dipendente di una paninoteca kebab riporta sempre l’Adn Kronos. L’uomo lascia la moglie e quattro figli che vivono nel Paese d’origine.

 «Purtroppo l’inizio del 2024 è stato con il botto ma in senso negativo dopo i due accoltellamenti di cui quello di questa mattina in via Gran Sasso mortale. Ora basta. Occorrono più uomini delle forze dell’ordine nelle strade, anche della polizia locale – ha dichiarato il consigliere comunale dell’Udc Massimiliano Pignoli - Oggi purtroppo abbiamo assistito ad una lite sfociata poi in un accoltellamento mortale. Ora basta. Dalle parole bisogna passare ai fatti. Ci vogliono più uomini delle varie forze di polizia in strada a Pescara. E mi riferisco oltre a polizia di Stato, carabinieri e Finanza e anche alla polizia locale. Meno multe e più controllo del territorio».

Pignoli si rivolge al sindaco Masci e a Prefetto e Questore di Pescara e chiederà che gli agenti della Polizia Municipale impiegati in lavori di ufficio vengano destinati al pattugliamento delle strade. 

 

Foto di Massimiliano Di Pillo

Condividi su:

Seguici su Facebook