Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Il cielo nero non fermerà la notte in bianco di Penne

La sesta edizione è in arrivo il 20 agosto

| di Francesca Di Giovanni
| Categoria: Musica e Spettacolo | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Nella notte a cavallo tra sabato 20 e domenica 21 agosto il paesino vestino si tingerà di bianco e, come da tradizione, ospiterà la notte più lunga dell’anno per condividere le emozioni che solo il buio può regalare. Dalle 19 fino alle prime ore dell’alba, sarà possibile passeggiare per le vie del centro più dinamiche che mai: musica, spettacoli, attività, mercatini e possibilità di mangiare e bere prelibatezze di ogni genere.

L’associazione Altinumeri dei bassifondi non si arrende e organizza, per il sesto anno consecutivo, la notte bianca a Penne. La manifestazione si svolgerà all’interno del centro storico, delimitato dalle porte e dalle mura medievali e si allungherà fino al suggestivo viale alberato di via San Francesco, senza lasciar fuori alcuna attività commerciale: per sapere in anticipo chi parteciperà, basterà controllare la presenza di una simpatica etichetta apposta sull’uscio, riportante la dicitura “anche questo esercizio passa la notte in bianco”. Oltre ai pennesi, che apriranno le loro porte ai visitatori, ci saranno anche numerosi artigiani che offriranno le loro creazioni esclusive e punti ristoro per potersi rigenerare lungo il percorso. Non mancheranno prodotti tipici con cui deliziarsi, tra cui salumi, formaggi, pizze, pizze fritte, aperitivi cenati, panini e menu creati appositamente per l’occasione, da accompagnare con birre, vini, sangria e cocktail. Il tutto immerso in un clima di festa ininterrotto, tra musicisti che soddisferanno diversi gusti musicali, spettacoli teatrali e di danza, artisti di strada e intrattenimento per grandi e piccini. Immancabile anche l’appuntamento con il truccabimbi e il body painting sito lungo Corso Alessandrini.

Quest’anno c’è una piccola novità, ovvero la suddivisione in aree tematiche, per poter scegliere al meglio a quale attività si preferisce prender parte. A chi ha superato la maggior età l’attende l’Isola felice con i massaggi shatsu e il Leone afrodisiaco con spettacoli di burlesque, mentre per chi è ancora nell’età della fanciullezza (anche se solo mentale) è previsto il servizio di babysitting con “Il mondo di Jilù”, gli spettacoli del Burattino malandrino e la caccia ai Pokemon. Per chi desidera accrescere le proprie capacità, invece, sono previste lezioni itineranti di pizzica e tarantella, dimostrazioni di fitness e laboratori, come quello per creare il sapone offerto dalla Wolftour. Il lupetto esploratore, inoltre, fungerà da punto informazioni e offrirà diversi servizi a chi avrà voglia di personalizzare la propria visita turistica. Infine, per gli appassionati di fotografia, è previsto un concorso fotografico per decretare la più bella del 2016.

Una nottata di festeggiamenti aperta a tutti, che richiede due semplici requisiti per accedere: indossare un indumento o un accessorio del colore della neve e lasciare un contributo di 2 euro per il finanziamento e il prosieguo della manifestazione. In mancanza di ciò, non sarà vietato l’accesso, ma non ci sarà la possibilità di partecipare all’estrazione dei premi messi in palio dagli sponsor, tra cui uno smartphone. L’estrazione avverrà alle ore 3 in Piazza Luca da Penne, dove ci si concentrerà dalle ore 2.30 in attesa della torta in onore del compleanno di Quintino, che arriverà con un ritardo di 14 giorni. Anche quest’anno, infatti, l’organizzazione ha lasciato un dubbio nella testa di tutti i curiosi, ovvero: chi è Quintino? Per scoprirlo, basterà attendere sotto il palco in compagnia del dj set di Nausica e di numerose sorprese ancora da svelare. L’unica rivelazione fatta è un’anticipazione sull’edizione 2017, che molto probabilmente si chiuderà in grande stile presso lo spiazzo della porta di San Francesco.

Francesca Di Giovanni

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK