SPAL-Pescara 2-0, Oddo: "Partita discreta ma danneggiati dall'arbitraggio"

Sebastiani a Rete8: "Basta vedere questo continuo giropalla"

| di Riccardo Camplone
| Categoria: Sport
STAMPA

Il Pescara cade a Ferrara contro la SPAL dell'ex Pasquale Marino. I biancazurri hanno incassato la sesta sconfitta stagionale e sono fermi a 4 punti in classifica. Oltre il danno anche la beffa perché dopo l'infortunio di Ceter, rimediato durante la partitella in amichevole, anche Asencio ha subìto un infortunio ed è uscito a partita in corso con l'ausilio della barella. Domani si saprà di più sull'esito del giocatore. Così Massimo Oddo nel post-gara del Mazza:

"Non sappiamo l’entità dell’infortunio, prossima settimana sapremo di più. Siamo rimasti senza attaccanti e siamo tornati a punto a capo. Troveremo le soluzioni. Tanta lentezza? Nel primo tempo siamo stati troppo bassi, abbiamo fatto meglio nel secondo tempo. A mio parare abbiamo fatto una discreta partita contro una squadra che da due anni ha giocatori da Serie A. Siamo stati danneggiati dall’arbitraggio, nel primo tempo c’era un rigore netto e dispiace commentare partite del genere ma grossi pericoli non ne abbiamo avuti. Le caratteristiche dell’attante di oggi erano diverse, abbiamo fatto fatica a tornare con gli uomini davanti, soprattutto i due trequartisti erano sottotono. Abbiamo fatto meglio sul piano del gioco. Le mancate letture difensive? Bisogna stare concentrati e sentire di più l’uomo, essere cattivi e coordinati. Posso capire che in un contrasto aereo l’uomo può essere più alto ma qualche amnesia c’è stata. Il fuorigioco di Asencio? Ho rivisto solo il fallo da rigore, che era netto, e sarebbe stata una buona cosa e avresti rimesso un tassello. Non è stata una buona partita da parte dell’arbitro. Da questa situazione si esce con il lavoro ed il recupero dei giocatori. Abbiamo avuto difficoltà nel primo tempo, dove abbiamo abbassato il baricentro e non ci siamo rialzati, nel secondo tempo la squadra ha reagito ed abbiamo preso gol a tempo scaduto. Non vedo la mancanza nel recuperare la partita. Non mi sembra che la SPAL abbia dominato la partita.”

Anche Sebastiani, presente a Ferrara pe assistere alla partita, ha espresso la sua opinione a Rete8, ribadendo che non ci sono novità sulla cessione societaria che potrebbe passare a Leonardo Pavanti:

“Il risultato non è bugiardo, hanno ragione loro. Per come è andata la partita si poteva fare di più e abbiamo preso gol su corner. Ci sta perdere contro la SPAL perché è una corazzata e con questo arbitro non siamo fortunati: c’era un rigore netto e l’espulsione sul fallo di Asencio. Recriminare su cose che non ti hanno dato non ha senso. Conosciamo Salamon e sappiamo cosa può fare, abbiamo preso un gol da polli. La prestazione non mi sembra deludente. Potevamo pareggiarla ma non ci siamo riusciti e c’è l’amaro in bocca. Le sensazioni sull’infortunio di Asencio non sono buone e domani sapremo l’esito degli esami. La cessione della società? Non ci sono novità e non mi preoccupo. Sono qui e vedremo cosa succederà. Ceter dovrebbe essere disponibile a giorni e non avrebbe senso prendere giocatori fermi da mesi.  Adesso non siamo spigliati come dovremmo essere, c’è questa paura di fare risultato ma dobbiamo essere propositivi. Mi viene l’orticaria vedere sempre questa c***o di giropalla.”

Riccardo Camplone

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK