Il Lunedì del Delfino

L'eventuale ritorno di Machin divide la tifoseria

| di Fabio Rosica
| Categoria: Sport
STAMPA

Lunedì scorso il Delfino si è reso protagonista di una vittoria al Mapei Stadium di Reggio Emilia dal vago sapore eroico. Un incontro, per i biancazzurri, quasi del tutto speculare a quello pareggiato, nel turno precedente, in casa con il Cosenza. In quell’occasione erano stati infatti gli ospiti calabresi a rimanere in dieci per un’espulsione al termine della prima frazione di gioco, ma nonostante la superiorità numerica il risultato era rimasto inchiodato fino al novantesimo sullo 0-0. Contro la Reggiana è invece toccata al Pescara la sorte di subire l’espulsione (Raoul Bellanova) alla fine del primo tempo e ai padroni di casa quella di non riuscire a segnare nemmeno una rete fino al termine dell’incontro. Ai biancazzurri è però andata ancora meglio, giacché Scognamiglio, con un’incornata dirompente da calcio piazzato, a tre minuti dal fischio finale, riusciva addirittura a confezionare una quanto mai insperata vittoria. Peccato per la successiva espulsione dello stesso difensore, che ha costretto addirittura gli uomini di Breda in nove contro undici negli ultimi istanti di gioco, rendendo però ancora più epica la conquista dei tre punti in palio.

Grazie a questo rocambolesco successo tutto l’ambiente biancazzurro ha tirato un grosso sospiro di sollievo, potendo così affrontare la breve sosta invernale (già domenica prossima si tornerà in campo all’Adriatico contro la Cremonese) con maggiore serenità. Purtroppo fra infortuni e squalifiche, soprattutto in difesa stavolta, non sarà affatto semplice per l’allenatore riuscire a schierare un undici equilibrato contro i grigiorossi lombardi: anche stavolta ci sarà da soffrire, quasi certamente.

Durante tutta la scorsa settimana, così come presumibilmente sarà fino al termine del mese di gennaio, anzi, per essere precisi, quest’anno sarà il 1° febbraio il giorno conclusivo del mercato invernale, più che le gare giocate sarà appunto l’incessante tam-tam di cessioni e acquisti a tenere banco nelle discussioni degli sportivi. Una voce in particolare, fra le tante altre, ha movimentato gli interessi della tifoseria, ovvero l’ennesimo (sarebbe il terzo) ritorno del centrocampista guineano José Ndong Machín Dicombo, meglio e, più comunemente, conosciuto col nome di Pepín Machín. La notizia ha letteralmente diviso in due fazioni gli appassionati biancazzurri. Da una parte quelli che lo vedono come un mercenario, avendo per ben due volte abbandonato, sul più bello, a metà stagione, Pescara e quindi non ne vogliono assolutamente sapere, mentre dall’altra i, chiamiamoli, possibilisti, i quali badano al sodo e se lo riprenderebbero ben volentieri, consapevoli delle potenzialità del calciatore, che in biancazzurro ha sempre dato il meglio di sé. Noi, lo diciamo subito, propendiamo per i secondi. Fermo restando che, al momento in cui scriviamo, nulla è stato ancora deciso e fare delle previsioni appare quanto meno azzardato, a nostro modesto parere dare del “mercenario” a un calciatore professionista, al giorno d’oggi, soprattutto qui a Pescara, nell’era del presidente Sebastiani, fa quasi sorridere. È solo il denaro che muove ormai interessi e desideri nel dorato mondo del pallone e anche quando capita che alcuni atleti rimangono per parecchi anni nella stessa squadra, troppo spesso le reali motivazioni sono legate magari al mero desiderio di non fare i giramondo o, più prosaicamente, a mancati accordi economici convenienti per le parti. Al netto di tutto ciò, inoltre, va ricordato che nelle due precedenti occasioni il talentuoso centrocampista della Guinea Equatoriale aveva fatto le valigie alla fine dei gironi d’andata, facendo così regredire tecnicamente la squadra nelle seconde parti di stagione, mentre stavolta accadrebbe esattamente l’opposto. Della sua presenza, infine, gioverebbe soprattutto Cristian Galano, che dopo il suo improvviso trasferimento al Monza di Berlusconi e Galliani, lo scorso anno, non è stato più lo stesso, avendo perso il suo ideale partner offensivo.

Evitiamo di fare ulteriori commenti sul mercato del Pescara, come sempre da quando Daniele Sebastiani è il presidente, non resta che attendere le ultime ore, sperando che avanzi qualche giocatore dopo che le altre avranno scelto i loro cambi.

 

Fabio Rosica

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK