Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pescara e Teramo si dividono il derby: all'Adriatico è 1-1

Bernardotto risponde a Ferrari (gol su rigore). Pioggia di fischi per i biancazzurri di Auteri

Condividi su:

Allo stadio Adriatico il derby tra Pescara e Teramo termina 1-1. Ad andare in gol sono stati Ferrari (su calcio di rigore a pochi minuti dalla fine del primo tempo) e Bernardotto (nella ripresa). A fine gara i biancazzurri sono stati contestati duramente dai propri tifosi, dopo aver offerto una brutta prestazione. Il Pescara, nelle ultime 10 gare, ha vinto solo 2 partite (contro Fermana e Olbia) ottenendo solo 21 punti, momentaneamente a -11 dalla capolista Reggiana, che scenderà in campo oggi pomeriggio contro il Cesena.

LA PARTITA: Auteri conferma il 4-3-3 con Sorrentino nuovamente in porta; Drudi e Ingrosso centrali di difesa con Cancellotti e Nzita sulle fasce; a centrocampo ci sono Pompetti, Rizzo e Memushaj mentre il attacco confermato nuovamente Galano assieme a Ferrari e D'Ursi.

Anche il Teramo di Guidi si affida al 4-3-3 con Agostino in porta; Hadziosmanovic e Rillo esterni con Bellucci e Piacentini centrali; a centrocampo ecco Mungo, Arrigoni e Viero mentre in attacco Bernardotto assieme a Malotti e Rosso. Arbitra Galipò della sezione di Firenze.

La prima occasione della gara è per i padroni di casa, dopo soli 4 minuti di gioco, su calcio franco: batte Memushaj verso il primo palo ma Agostino si fa trovare pronto e devia il pallone in angolo. All'8' il Teramo si rende pericoloso: Mungo mette un buon filtrante per Bernardotto che calcia in porta, Sorrentino è reattivo allontanando la conclusione avversaria. Al 21' corner dalla sinistra per i biancazzurri: batte Pompetti, pallone in area di rigore per Ferrari che colpisce di testa, la sfera termina sopra la porta. Al 37' altra occasione per il Delfino: Nzita offre un bel filtrante per D'Ursi con quest'ultimo che mette un pallone basso per Ferrari ma la palla viene deviata da Piacentini che mette in corner.

Al 39' cross di Cancellotti in area di rigore per Ferrari, Bellucci colpisce il pallone con la mano e l'arbitro che assegna il calcio di rigore a favore del Pescara. Dal dischetto va Ferrari che spiazza centralmente Agostino: 1-0. Il primo tempo termina con il Delfino in vantaggio.

 Nella ripresa la prima occasione è per i biancazzurri, con Pompetti che calcia dal limite dell'area, Agostino para centralmente in due tempi. Al 54' Mungo perde palla, recupero di Rizzo che serve Galano, l'attaccante si accentra verso l'area ma serve sula sinistra D'Ursi che calcia sul secondo palo con il sinistro colpendo l'esterno della rete. Al 57' manca un calcio di rigore al Pescara a cuasa di un fallo di Bellucci su Ferrari. Al 62' primo cambio per Auteri: fuori Ferrari dentro De Marchi. Poco dopo il Teramo va vicino al pareggio: calcio d'angolo battuto da Arrigoni, cross in area con Piacentini che colpisce il primo palo. All'85' il Teramo pareggia: lancio di Hadziosmanovic in area per Lombardo, entrato nella ripresa al posto di Rillo, che serve di testa Bernardotto infilando il pallone in porta sul secondo palo: 1-1. Esultano i 500 tifosi biancorossi nel settore ospiti. 

All'89' calcio di punizione a favore del Pescara: alla battuta va Pompetti che calcia verso il primo palo ma la conclusione termina sopra la porta. Al 92' l'ultima occasione della gara è per il Pescara, con Clemenza, entrato al posto di Galano, che calcia dalla distanza un tiro molto debole con Agostino che para centralmente. Dopo 4 minuti di recupero l'arbitro mette fine al match: un brutto e contestato Pescara pareggia in casa contro il Teramo per 1-1. La società ha ribadito la fiducia al tecnico Gaetano Auteri. I baincazzurri offronteranno domenica 21 novembre, in trasferta, il Pontedera mentre i baincorossi ospiteranno in casa l'Olbia al Gaetano Bonolis

 TABELLINO

PESCARA-TERAMO 1-1

MARCATORI: 41' Ferrari (rigore) (P), 85' Bernardotto (T)

PESCARA (4-3-3): Sorrentino; Cancellotti, Drudi, Ingrosso, Nzita (82' Frascatore); Pompetti, Memushaj (82' Bocic), Rizzo; Galano (75' Clemenza), D'Ursi (75' Diambo), Ferrari (62' De Marchi); All. Auteri

TERAMO (4-3-3): Agostino; Hadziosmanovic, Bellucci, Piacentini, Rillo (46' Lombardo); Mungo, Arrigoni, Viero (57' Forani); Malotti, Bernardotto, Rosso (57' Biligea); All. Guidi

AMMONITI: Bellucci, Viero, Bernardotto, Fiorani (T); Pompetti, Memushaj (P)

ESPULSI: /

ARBITRO: Gallipò della sezione di Firenze

Condividi su:

Seguici su Facebook