Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pazzo Pescara! Rimonta la Feralpisalò da 1-3 a 3-3

Nel primo turno Nazionale dei play-Off di Serie C i biancazzurri non si arrendono e si giocheranno la qualificazione giovedì 12 maggio al Lino Turina di Salò. Servirà una vittoria senza subire reti

Condividi su:

In una cornice di pubblico dove il cuore pulsante della Curva Nord non ha mai smesso battere di incitare la propria squadra il Pescara pareggia con un pirotecnico 3-3 contro la Feralpisalò (avanti per 1-3). 

Con questo pareggio la qualificazione al prossimo turno dei play-off resta apertissima, con i biancazzurri che scenderanno in campo giovedì 12 maggio (ore 20:30) allo stadio Lino Turina. Gli abruzzesi dovranno vincere senza subire reti mentre alla squadra di Vecchi basterà anche un pareggio, essendo “testa di serie”.

LA PARTITA: Zauri in piena emergenza a causa della squalifica di D’Ursi (che salterà anche il match di ritorno) e Drudi (infortunio): nel 4-3-2-1 disegnato dal tecnico di Pescina in difesa c’è Illanes con Zappella e Nzita sulle fasce; a centrocampo torna Memushaj con Clemenza e Rauti a supporto della punta Ferrari. Il tecnico Vecchi vara un 4-3-1-2 con Di Molfetta alle spalle delle due punte Spagnoli e Guerra. Arbitra Carella della sezione di Bari.

Pronti-via e dopo soli 5 minuti di gioco il Pescara è già in vantaggio: calcio d’angolo dalla destra battuto da Pontisso, invito in mezzo per il colpo di testa di Memushaj lasciato solo dalla retroguardia ospite e batte DE Lucia: 1-0. Al 12’ la reazione della Ferlapi: sponda di testa di Spagnoli per Guerra che calcia dal limite dell’area mandando la sfera sopra la porta. Al 20’ gli ospiti pareggiano: calcio di punizione battuto sulla trequarti da Di Molfetta, pallone in area di rigore per il colpo di testa di Spagnoli che batte Sorrentino: 1-1.

Sette minuti dopo altro cross dalla destra in mezzo per Spagnoli ma manda la sfera in curva. Il primo tempo termina sull’1-1 senza minuti di recupero. Nella ripresa la Feralpisalò passa in vantaggio con Di Molfetta che fa partire un destro dal limite dell’area insaccando all’incrocio del primo palo, immobile Sorrentino: 1-2. Al 60’ arriva il terzo gol degli ospiti: altra dormita difensiva dei biancazzurri su palla inattiva: calcio d’angolo battuto dalla destra da Di Molfetta per il colpo di testa di Legati: 1-3. Girandola di cambi per Zauri: dentro Cernigoi e De Risio per Ferrari e Pontisso. 

Due minuti dopo il Pescara dimezza lo svantaggio: recupero palla di Cernigoi che entra in area di rigore e in mezzo a due difensori insacca in rete: 2-3. Al 73’ arriva il pareggio del Pescara: cross dalla destra di Zappella verso il secondo palo, colpo di testa di Cernigoi che riesce a servire Rauti e di testa insacca in rete: 3-3. Esplode l’Adriatico di gioia. All’88’ Siligardi, subentrato a Guerra, carica il destro dal limite dell’area, Sorrentino risponde presente mettendo la sfera in angolo. Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro Carella di Bari fischia 3 volte: il Pescara riacciuffa la Feralpisalò per 3-3 e si giocherà la qualificazione al prossimo turno del play-off giovedì 12 maggio allo stadio Lino Turina.

TABELLINO

PESCARA-FERALPISALO’ 3-3

MARCATORI: 5’ Memushaj (P), 20’ Spagnoli (F), 50’ Di Molfetta (F), 60’ Legati (F), 63’ Cernigoi (P), 73’ Rauti (P)

PESCARA (4-3-2-1): Sorrentino; Nzita, Illanes, Ingrosso, Zappella; Pompetti, Pontisso (61’ De Risio), Memushaj (71’ Diambo); Clemenza (71’ Chiarella), Rauti (84’ Delle Monache); Ferrari (61’ Cernigoi); All. Zauri

FERALPISALO’ (4-3-1-2): De Lucia; Bergonzi, Legati, Bacchetti, Corrado; Hergheligiu, Carraro, Balestrero (84’ Damonte); Di Molfetta (71’ Guidetti); Spagnoli (71’ Miracoli), Guerra (84’Siligardi). All. Stefano Vecchi

AMMONITI: Pompetti, Nzita, Illanes (P); Legati (F)

ESPULSI: 

ARBITRO: Carella della sezione di Bari

Condividi su:

Seguici su Facebook