Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

10 anni fa la promozione in Serie A del Pescara, cosa fanno oggi i protagonisti di quell'annata?

Dal trio Immobile-Insigne-Verratti al tecnico Zeman. Ecco cosa fanno oggi i calciatori di quella storica stagione

Condividi su:

Il 20 maggio ricorre la grande promozione in Serie A conquistata dal Pescara di Zdenek Zeman. Dalla stagione 2011-12 sono cambiate tante cose, con i biancazzurri che ora militano in Serie C. Ma cosa fanno oggi i protagonisti di quella straordinaria cavalcata che portò la città adriatica, dopo 19 anni di assenza, in Serie A? Scopriamolo ora:

PORTIERI

LUCA ANANIA: portiere titolare della stagione 2011-12, Anania arrivò dalla Pro Patria, in Serie C. Nella stagione 2011-12 disputò ben 37 partite su 42 incontri, esordendo allo stadio Bentegodi di Verona alla prima giornata del campionato. Dopo l'esperienza pescarese Anania vestì le maglie di Padova, Livorno e Catania, dove chiuse la carriera da calciatore ad inizio campionato. 

RICCARDO RAGNI: cresciuto nel settore giovanile biancazzurro, Ragni giocò una sola partita di quella stagione: il 12 maggio 2012 il tecnico Zeman lo schierò tra i pali, contro il Torino di Ventura, al posto dello squalificato Anania. Giocò un'ottima partita all'Adriatico, con il Delfino che vinse lo scontro-diretto per la A per 2-0 grazie alle reti di Insigne e Immobile. Terminata la stagione, Ragni venne girato in prestito alla Nocerina e all'Aprilia per poi accasarsi all'Ascoli. Dal 2019 gioca nel Mosciano, in Promozione.

CARLO PINSOGLIO: Nel 2011 la Juventus, proprietaria del cartellino, girò il giovane portiere al Pescara, esordendo in casa nella partita vinta contro il Crotone (2-0). La sua esperienza in Abruzzo terminò a gennaio quando Pinsoglio venne girato nuovamente in prestito al Vicenza, sempre in Serie B. Dal 2017 Pinsoglio è il terzo portiere della Juventus, dove ha disputato sole 4 partite ma portato in bacheca tanti trofei come Scudetti, Coppe Italia e Supercoppa Italiana. 

DIFENSORI

DAMIANO ZANON: abruzzese doc (L'Aquila), il terzino destro arrivò al Pescara nel 2009, dove vinse il campionato di Serie C con Eusebio Di Francesco in panchina. L'anno successivo esordì sempre con il Pescara in Serie A. Chiuse la sua avventura in maglia biancazzurra dopo l'amara retrocessione in Serie B. Successivamente ha militato nel Benevento, Frosinone, Ternana, Perugia, L'Aquila e adesso gioca nell'Avezzano, dove ha appena vinto il campionato di Eccellenza.

SIMONE ROMAGNOLI: perno della difesa di quella stagione, Romagnoli esordì nella massima serie alla prima giornata di campionato contro l’Inter. Dal 2019 milita nell’Empoli, dove ha conquistato una promozione in Serie A e la salvezza nella stagione 2021-22.

ANTONIO BALZANO: arrivato dalla Serie C dall’Atletico Roma, Balzano esordì per la prima volta in assoluto nel campionato cadetto contro l’Hellas Verona. In quel campionato segnò un gol contro il Gubbio. L’anno successivo giocò in Serie A ma anche nel 2013-14 in Serie B. Successivamente ha giocato nel Cesena e Cagliari, dove vinse due campionati di Serie B e nel 2017, sempre in cadetteria con Zeman tornò al Pescara sino alla stagione 2020-21.  Oggi gioca nel Seregno, in Serie C.

MARCO CAPUANO: pescarese doc Capuano ha giocato nelle file biancazzurre, esordendo con il Delfino nel 2010 contro il Cosenza. Nella stagione 2011-12 fu uno dei titolari inamovibili di Zeman. Esordì in Serie A, sempre con il Pescara, nella gara contro l’Inter. Come Balzano, anche Capuano ha giocato nel Cagliari, dove vinse la Serie B. Oggi gioca nella Ternana, sempre in Serie B.

RICCARDO BROSCO: arrivato dalla Triestina, Brosco giocò 22 gare su 42 senza mai andare in gol. Dopo aver girovagato tra la B e la C, oggi milita nel Vicenza, in cadetteria.

ANTONIO BOCCHETTI: classe 1980 Bocchetti arrivò in riva all’Adriatico dopo che il Frosinone lo girò in prestito al Sassuolo. In quel campionato disputò 16 gare. Dopo il ritiro, nel 2020 Bocchetti venne nominato nuovo direttore Sportivo del Pescara, terminando il campionato con la retrocessione in Serie C. Oggi è il responsabile dello scouting biancazzurro.

MARCO PERROTTA: Molisano ma cresciuto nelle giovanili del Delfino, Perrotta non giocò nessuna gara sotto la gestione di Zeman. Successivamente giocò alla Paganese, Teramo e Avellino per poi tornare in Abruzzo 2017. Oggi gioca nel Palermo, in Serie C, in prestito dal Bari.

CENTROCAMPISTI

MARCO VERRATTI: Classe 1992, il “Gufetto di Manoppello” fu uno dei traghettatori sia verso la promozione in B con Di Francesco sia con Zeman. Nell’estate del 2012 Verratti si trasferì al Paris-Saint-Germain per 12,5 milioni di euro. Considerato uno dei migliori centrocampisti al mondo ed erede di Andrea Pirlo, Verratti tutt’ora gioca in Francia dove ha vinto Scudetti e Coppe di Francia. In Nazionale ha vinto il Campionato Europeo ai danni dell’Inghilterra.

EMMANUEL CASCIONE: Dal 2010 in maglia biancazzurra, anche lui fu uno dei protagonisti della promozione in Serie B. Nella stagione 2011-12 disputò ben 39 gare e segnò 6 reti. Dopo la retrocessione in Serie B Cascione si trasferì al Cesena, dove vinse un campionato di B. Oggi è l’allenatore della Primavera del Napoli.

MATTIN LUND NIELSEN: arrivato a gennaio del 2012, il danese si ambientò subito in riva all’Adriatico. Il primo gol con la maglia del Pescara lo mise a segno nel 6-0 contro il Padova. Rimase in biancazzurro sino a gennaio del 2013, dopo un anno di A e metà campionato di Serie B con il Pescara. Oggi gioca Hvidovre, in Danimarca.

ROMULO EUGENIO TOGNI: brasiliano classe 1982, Togni arrivò dal Sorrento. Disputò 21 gare ed un solo gol contro la Juve Stabia. In Serie A mise a segno un gran gol su calcio di punizione, a tempo scaduto, contro il Catania, per poi segnare nuovamente su calcio franco contro il Siena. Oggi Togni allena l’Athetic Carpi, in Serie D.

ANDREA GESSA: Artefice della promozione in B, Gessa disputò 26 gare ed un gol contro l’Albinoleffe. Tornò a Pescara nel 2015, in Serie B, dove perse una finale play-off contro il Bologna. Dopo il ritiro ha ricoperto il ruolo di team manager all’interno della società biancazzurra.

MOUSSA KONE’: Arrivato in prestito dall’Atalanta, Konè giocò ben 33 partite e mise a segno 3 gol. Dopo l’esperienza in Qatar è attualmente svincolato.

GIANLUCA NICCO: In biancazzurro nel 2010, Nicco trovò pochissimo spazio con Zeman, collezionando solo 3 presenze nella prima parte di stagione per poi essere ceduto a gennaio al Frosinone. Oggi gioca nella Pro Patria, in Serie C.

 ATTACCANTI

LORENZO INSIGNE: napoletano classe 1991, Insigne giocò prima nella Cavese e Foggia, dove conobbe Zeman per poi ritrovarlo in Abruzzo. Con la maglia del Pescara esordì anch’egli a Verona ma la prima rete delle 18 complessive arrivò alla quarta giornata contro il Modena. Tornato a Napoli Insigne è la bandiera partenopea. Dal primo luglio sarà un nuovo giocatore del Toronto, in Canada. Così come Verratti anche Insigne si è laureato Campione d’Europa nell’estate del 2021.

CIRO IMMOBILE: Anch’egli napoletano, ma di Torre Annunziata, Immobile arrivò a Pescara dopo due annate deludenti a Grosseto e Siena. La sua prima rete la mise a segno a Verona. a fine stagione immobile metterà a segno 28 reti vincendo la classifica marcatori. In Abruzzo Immobile conobbe Jessica Melena, di Bucchianico, sua attuale moglie di 4 figli. Oggi Ciro Immobile milita nella Lazio, dove ha vinto una Scarpa d’Oro mentre in Nazionale ha vinto l’Europeo del 2021.

MARCO SANSOVINI: arrivato in Abruzzo nel 2009, “Il Sindaco” è il terzo marcatore più prolifico di sempre nella storia del Pescara con 54 reti, dopo Tontodonati (120) e Federico Giampaolo (69). Con Zeman in panchina Sansovini gioca come esterno destro, non proprio il suo ruolo ma riesce a mettere a segno ben 16 gol in campionato. Tornò a Pescara nel gennaio del 2015 dove sfiorò la Serie A. Oggi è l’allenatore dell’Under-16 della SPAL.

RICCARDO MANIERO: “Pippo” Maniero giocò in quella stagione 17 partite e 4 gol, una su tutte la rete decisiva all’ultima giornata contro la Nocerina di Gaetano Auteri. Maniero tornò a Pescara nel 2013 dopo il prestito alla Ternana per poi lasciare l’Abruzzo nel gennaio del 2015 per l’offerta del Catania. Nel 2019 tornò nuovamente in Abruzzo dove disputò 32 gare (compresi i play-out) e mise a segno 7 gol che valsero la salvezza in Serie B. Dal 2020 milita nell’Avellino, in Serie C.

GIANLUCA CAPRARI: all’età di soli 18 anni Caprari arrivò al Pescara in prestito dalla Roma. In 5 mesi giocò 14 gare e mise a segno 3 gol, di cui 2 furono importantissime contro la Sampdoria che valsero la promozione in A. Restò in Abruzzo anche nella massima serie per poi tornare nel gennaio del 2014 sino al 2017, dove perse una finale play-off contro il Bologna ma l’anno successivo, nel 2016, vinse lo spareggio con Oddo in panchina. Oggi gioca nel Verona, in Serie A.

DANILO SODDIMO: Arrivato nel 2010, conquistò la serie B con Di Francesco. Con mister Zeman giocò 21 gare e segnò una sola rete contro il Vicenza. Oggi Soddimo è svincolato.

ALLENATORE

ZDENEK ZEMAN: Il tecnico boemo, classe 1947, arrivò a Pescara nell’estate del 2011 al posto di Di Francesco, in partenza verso Lecce. Zeman vinse il suo secondo campionato dopo quello con il Foggia negli anni ’90. Dopo Pescara decise di tornare a Roma. Nel 2017 tornò a Pescara, in Serie A al posto dell’esonerato Oddo, senza però riuscire ad evitare la retrocessione in Serie B. Dopo tanti alti e bassi e continui attacchi con il presidente Sebastiani, Zeman venne esonerato nel 2018 dopo k.o. contro il Cittadella. Oggi allena il Foggia, in Serie C.  

Condividi su:

Seguici su Facebook