Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Wolftour, il lupetto curioso che vuol bene alla sua terra

| di Francesca Di Giovanni
| Categoria: Territorio | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

L’Abruzzo chiama, o per meglio dire ulula, e la Wolftour risponde. Una grande realtà sita in un piccolo borgo, dedita alla valorizzazione del territorio sin dal 2011, continua a crescere e mutare forma per modellarsi sulle esigenze della società moderna.

Sono passati ormai 5 mesi dall’ultimo cambiamento di sede della Wolftour, tour operator e agenzia di viaggi di Penne, che ha destinato il suo ultimo investimento alla condivisione dei propri spazi. Il progetto Know Camp Explora è stato presentato al pubblico il 12 dicembre e sin dal giorno stesso è stato popolato da chi sentiva il bisogno di una novità che rispecchiasse le sue esigenze: lo storico palazzo Castiglione (conosciuto anche come palazzo dell’orologio, per via dell’imponente dispositivo che lo domina) è stato ristrutturato e stravolto per creare un’area versatile e mutevole che potesse ospitare diverse attività, anche contemporaneamente, oltre agli uffici dell’agenzia. L’idea nasce dal banale concetto di piazza, esteso a punto di ritrovo ed incontro tra il mondo moderno digitalizzato e quello rurale dei centri storici. L’obiettivo, infatti, è quello di offrire uno spazio di coworking dove personalità differenti operanti sul territorio  possano trovare esattamente ciò di cui necessitano per svolgere il proprio lavoro. Tutto ciò all’interno di un contesto inusuale che è quello di un palazzo antico, per riportare vitalità lì dove un tempo c’era il fulcro della vita, che oggi si è trasferito alle porte della città. Un’area innovativa e creativa che non ha precedenti in Abruzzo, il cui punto di forza è proprio la flessibilità, data dall’arredamento modulare leggero e le numerose attrezzature presenti; l’ulteriore valore aggiunto è dato dall’ecosostenibilità dei materiali con cui è stata creata.

All’interno del palazzo, che si estende su di un piano e un piccolo soppalco, ornato da antichi archi in mattoni, si possono trovare tavoli, sedie, dispositivi multimediali innovativi e tutto ciò che è necessario in un’area di lavoro multiforme. Inoltre, in linea con i servizi offerti dalla Wolftour, c’è la possibilità di usufruire di equipaggiamenti sportivi di ogni genere, sfogliare guide, riviste e cataloghi inerenti l’Abruzzo in tutta la sua complessità e scoprire i nostri prodotti tipici. L’elemento più particolare è il totem attraverso cui fare dei veri e propri tour in regione rimanendo comodamente seduti in ufficio. Da non tralasciare gli stranieri che ormai da anni sono divenuti nostri concittadini, a cui è dedicato un occhio di riguardo per un miglior ambientamento, grazie anche alle collaborazioni con tour operator esteri, sempre più curiosi di scoprire le nostre antiche tradizioni.

Il lupetto esploratore, in realtà, nasce di conseguenza a delle esigenze riscontrate dall’associazione sportiva dilettantistica Vertigo, che nel 2006 si è ritrovata ad affrontare un’emergenza internazionale a seguito dell’organizzazione di una delle più grandi gare di arrampicata. Penne e le aree circostanti non erano pronte ad ospitare i numerosi atleti provenienti da tutto il mondo e non esisteva alcun organismo che potesse gestire la situazione. Da allora, 3 ragazzi hanno deciso di investire la propria vita per la valorizzazione del territorio a favore di chi lo vive. Antonio, Matteo e Maurizio lavorano quotidianamente al fianco di enti territoriali come DMC e Gal, hanno stretti rapporti di fiducia e collaborazione con diversi produttori e partecipano a numerosi progetti volti allo sviluppo locale.  Nessun aspetto è lasciato al caso, dalla formazione alla sensibilizzazione, dal supporto tecnico alla gestione ed organizzazione di eventi, e questo è possibile solo grazie a passione ed amore incondizionato per la propria terra

Francesca Di Giovanni

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK