Torneo “Demetrio Patriarca”: vittoria al Kaos. Pescara secondo, poi Martina e Lazio

| di Diomira Gattafoni
STAMPA

KAOS-MARTINA. La sfida inaugurale di questo pomeriggio tra Kaos Bologna e L.C. Five Martina si apre con la sensazione che il Bologna stia giocando per sbagliare, gli avversari per fare gol. Sensazione contraddetta, poiché il Kaos, oltre ai tunnel e alle geometrie, realizza anche tre gol – firmati Pereira e Kakà – decisivi per l’accesso alla finale. Per i cinque tarantini ha invece realizzato un gol l’ottimo e versatile Arellano.

PESCARA-LAZIO. Gara effervescente quella tra Pescara e Lazio: Duarte sblocca il risultato, facendo ancora una volta la differenza. Poi ci pensa Mauricio, dopo un tentativo di Jonas,  onnipresente assieme a Giasson. Il secondo tempo si apre con un brutto intervento su Nicolodi, con un bel Ghiotti e con scambi di precisione Dudù-Nicolodi nel corso dei quali manca solo il gol. Ippoliti della Lazio si mette in evidenza fino a segnare la rete del 2-1. Poi un’occasionissima per Nicolodi velocissimo ma male assistito. Un rigore realizzato da Dudù porta i biancazzurri al 3-1. In seguito, su un mancato gol per i pescaresi da rinvio di Barigelli, segna il portiere avversario. Infine, chiude in bellezza uno stupendo colpo fulmineo di Giasson dalla metà campo pescarese: 4-2 per il Pescara.

MARTINA-LAZIO. Nella finalina, il Martina si conferma la squadra delle ripartenze con uno strabiliante factotum, il numero 10 Manfroi. A siglare la rete del vantaggio è però il numero 11 Luft. Protagonista sia l’uno che l’altro, per giunta con scarpette non convenzionali. Poi i due Paolinho a confronto, Arellano ed ancora l’inesauribile Manfroi. L’ex Pescarese De Luca fa da botte, prendendo su di sé ripetuti colpi dei laziali. Parato poi dal portiere un rigore al Martina, a cui l’1-0 basta per esser terzo in classifica.

PESCARA-KAOS. Dopo il minuto di silenzio dedicato alla memoria di Demetrio Patriarca, si nota l’andirivieni attento ed instancabile di Giasson sulla fascia che sfocia in un quasi gol. A siglare l’1-0 al volo è il velocissimo Nicolodi. Il possesso palla è biancazzurro, eccettuate un paio di conclusioni che sfiorano il palo tentate dal Bologna. Barigelli si oppone ad un bel tiro di Pereira. Risplendono ancora Nicolodi e Giasson che rubata palla a Pereira colpisce la traversa. Nel secondo tempo entra Danilo Iannascoli per Giasson, Ghiotti difende e Nicolodi fa l’impossibile sulla fascia. Il numero 16 del Bologna però la spunta pareggiando. Rientro di Giasson con tanto di possibilità sfumata ed ancora di poco fuori il tiro di Mauricio. Si passa ai rigori. Si fa avanti il numero 13 biancazzurro, e così salgono a due le reti della serata per Giasson. Realizza anche Pereira. Morgado non centra lo specchio, Laicon sì. La seconda ed ultima rete del Pescara è di Nicolodi. L’errore di Mauricio obbliga i biancazzurri a piazzarsi secondi nel torneo casalingo.

Diomira Gattafoni

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK