Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Esplosione fabbrica Villa Cipressi, il Comune di Città Sant'Angelo chiede lo stato di calamità

Redazione
Condividi su:

Il Comune di Città Sant'Angelo ha chiesto lo stato di calamità dopo l'esplosione verificatasi nei giorni scorsi nella fabbrica di fuochi d'artificio della famiglia Di Giacomo, a Villa Cipressi. La violentissima pioggia di detriti, arrivati anche a un chilometro di distanza, associata allo spostamento d'aria, ha provocato ingenti danni ad abitazioni nelle vicinanze.

Al fine di agevolare il celere recupero delle strutture colpite - anche per evitare che il tempo aggravi l'entita' dei deterioramenti - l'amministrazione comunale ha messo a disposizione degli interessati le schede, predisposte dalla Regione Abruzzo, per la quantificazione dei danni subiti dai privati nelle zone dell'evento.

L'azienda distrutta dall'esplosione e' presente, ricordano dal Comune, nell'inventario nazionale degli stabilimenti suscettibili di causare incidenti rilevanti.

Condividi su:

Seguici su Facebook