Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Discoteche, firmata la nuova ordinanza sugli orari di apertura e chiusura

I locali nella zona limitrofa di Piazza Muzii saranno aperti dalla domenica al giovedì: dalle ore 06:00 alle ore 00:00 del giorno successivo

Condividi su:

Il Sindaco di Pescara Carlo Masci ha firmato la nuova ordinanza sulle aperture e chiusure dei locali da ballo in possesso delle autorizzazioni ex artt. 68 e 80 TULPS.

Il nuovo regolamento entra in vigore da oggi, giorno delle riaperture delle discoteche e abrogazione della mascherina obbligatoria all'aperto. L'ordinanza firmata dal Sindaco resterà in vigore sino al 31 marzo, giorno in cui terminerà lo stato d'emergenza e l'uso della mascherina all'aperto.

I NUOVI ORARI

Dalla domenica al giovedì: dalle ore 06:00 alle ore 00:00 del giorno successivo per le discoteche che si trovano nella Zona limitrofa a Piazza Muzii: Via C. Battisti - Via Piave - Via Mazzini - Via Forti - Via Goito - Via Curtatone - Via De Cesaris - Via Minghetti - Via Poerio - P.zza M.Muzii - P.zza Santa Caterina - Via Quarto dei Mille - Via De Amicis. Venerdì e sabato, nonché prefestivi: dalle ore 06:00 alle ore 01.30 del giorno successivo sempre per la medesima zona.

Le discoteche, assieme agli stabilimenti balneari che si trovano nelle altre zone della città dovranno rispettare i seguenti orari:

  1. Nelle giornate del sabato e nei giorni prefestivi: dalle ore 06:00 alle ore 04:00 del giorno successivo;
  2. In un altro giorno della settimana a scelta dell’esercente: dalle ore 06:00 alle ore 04:00 del giorno successivo, previa comunicazione, a mezzo pec, con almeno 48 ore di preavviso al Comando di Polizia Municipale e al SUAP del Comune;
  3. Tutti gli altri giorni dalle ore 06:00 alle ore 02.00 del giorno successivo.

Le attività in possesso di autorizzazione temporanea, in deroga ai limiti massimi di immissione sonora per attività temporanee di intrattenimento danzante e spettacoli all’aperto, situati in tutta la città di Pescara, resteranno aperti tutti i giorni per un massimo di 4 ore, e comunque non oltre le h 24.00.

OBBLIGHI

Oltre gli orari stabiliti dal Comune, i proprietari o gestori dei locali dovranno rispettare i seguenti obblighi:

  1. Vigilare, all’interno dei locali e/o negli spazi pubblici in concessione, sul rispetto delle misure di distanziamento sociale e comunque dei protocolli di sicurezza previsti dalla normativa nazionale e/o regionale, assumendo immediatamente ogni adeguata iniziativa di presidio e sicurezza anti-assembramento e/o anti-contagio;
  2. Di rendere noto al pubblico l’orario di effettiva apertura e chiusura mediante cartelli ed altri mezzi idonei di informazione;
  3. Di cessare ogni tipo di servizio oltre l’orario consentito, effettuando lo sgombero del locale e delle eventuali aree pubbliche autorizzate per il servizio esterno, avendo cura che le relative operazioni si svolgano in modo tale da non arrecare disturbo al riposo delle persone.

Il divieto di stazionamento, dall’orario di chiusura e fino alle ore 06:00, limitatamente alla cd. “Zona limitrofa a Piazza Muzii”, e precisamente Via C. Battisti - Via Piave - Via Mazzini - Via Forti - Via Goito - Via Curtatone - Via De Cesaris - Via Minghetti - Via Poerio - P.zza M.Muzii - P.zza Santa Caterina - Via Quarto dei Mille - Via De Amicis. Consentendo, nel rispetto delle norme anticovid e del divieto di assembramento, la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti.

Il divieto di consumazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione, dall’orario di chiusura e fino alle ore 06:00 seguenti, in tutto il territorio comunale, su area pubblica o privata ad uso pubblico compresi parchi e giardini, fermi restando i limiti orari di somministrazione e vendita di alcolici e superalcolici stabiliti dalla legge.

SANZIONI

I gestori o proprietari delle discoteche che non rispetteranno i seguenti orari saranno multati attraverso una sanzione amministrativa dai 1.500,00 ai 10.000 euro. Chi non rispetterà gli obblighi, il divieto di stazionamento e quello di consumazion di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione rischia una sanzione amministrativa pecuniaria dai 25,00 ai 500,00 euro con pagamento in misura ridotta sin d'ora fissata in €. 50,00, salve spese di notifica ed altri oneri di legge e di procedimento.

CLICCA QUI PER LEGGERE L'ORDINANZA

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook