Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Idee per attività commerciali redditizie: Self-service di successo

Condividi su:

Quali sono nel 2022 i settori più remunerativi se si desidera avviare un’attività in proprio? Una buona idea deve essere anche innovativa e di successo per poter realizzare gli introiti e i guadagni che ci si aspetta di ottenere. Il mondo dell’imprenditoria non è facile, ma grazie anche a numerosi incentivi sia per fascia di età che per genere o tipologia di attività, realizzare il sogno di diventare il datore di lavoro di sé stessi facendo qualcosa che piace è sempre più fattibile. Tra le formule più redditizie e che richiedono un minimo impegno economico di partenza si annovera il franchising in vari ambiti e settori. Non ultimo tutte le attività di self-service le quali – con la pandemia e il distanziamento sociale – hanno trovato una rinnovata primavera. Il vantaggio delle attività automatizzate sta anche nella libertà di scelta dei macchinari e dei prodotti a cui affidarsi, come quelli proposti al seguente link: https://www.ristoattrezzature.com/vetrine-espositive/vetrine-da-banco/fredde-da-banco, una linea di attrezzature per la ristorazione, ma non solo. Ecco, allora, quali sono le attività self service di successo su cui puntare.

Cosa significa attività automatica, automatizzata o self-service

Le attività automatiche senza personale sono sostanzialmente tutte quelle attività che erogano beni o servizi completamente in modalità self-service. In realtà sono molto diffuse da anni, ma si sono rivelate un ottimo trend di investimento negli anni recenti a causa dell’emergenza sanitaria che ha indotto molti esercenti a cambiare modalità di erogazione dei servizi e dei beni se non costretti a chiudere. Le attività di self-service hanno costi di gestione e di partenza decisamente inferiori rispetto alle attività tradizionali e anche le attività meno convenzionali possono essere svolte in autonomia, diventando per gli esercenti un’idea anti-crisi che funziona sia nei periodi di difficoltà economiche che a pieno regime. Alcune attività di self-service sono inserite in catene di franchising a cui potersi associare. Le attività commerciali self-service che si sono rivelate di maggior successo sono:

  • Lavanderie;
  • Bar, tabaccherie e negozi self service 24 h;
  • Gelaterie self service;
  • Yogurterie;
  • Caffetterie;
  • Autolavaggio;
  • Toilettatura.

La lavanderia a gettoni sembra essere l’attività più redditizia con un basso rischio di insolvenza, poco o nessun personale, costi prevedibili. Il locale ideale necessita di una metratura di soli 40-50 metri quadrati sufficiente per ospitare 4 lavatrici e due asciugatrici. Locali più grandi aumentano solo i costi, a meno ché la zona lascia presumere un’affluenza di clientela molto alta. L’affitto o l’acquisto di un locale per lavanderia provvisto già di acqua ed elettricità si riesce ad allestire in circa un mese. Si tratta di un’attività che impostata su 24 ore, con aperture continuative in orari notturni, intercetta le esigenze di chi non ha spazio o non dispone di lavatrici in casa.

Altrettanto allettante sono tutte le attività automatiche di distruzione automatica di snack e bevande: non vi è potenzialmente limite alle tipologie di prodotti che si possono erogare in self-service, dal confezionato ai prodotti da vendere “alla spina”. Se aperti al pubblico – non solo negli uffici o nei negozi – i dispositivi restano attivi anche durante le ore di chiusura degli stessi, generando un incremento delle vendite con conseguente aumento del fatturato.

I pagamenti si effettuano in sicurezza solo con terminale a pagamento elettronico incluso (i contanti sono sconsigliati). Non è richiesta una particolare esperienza o competenza per gestire un’attività self-service, purché si scelgano i fornitori giusti di macchinari, dispositivi e prodotti in vendita. I distributori con illuminazione a led aiutano a contenere i costi di gestione energetica, così come i nuovi dispensatori automatici senza sistema di raffreddamento, ma in sottovuoto sviluppati per andare incontro anche alle esigenze dei clienti alla ricerca di prodotti eco-sostenibili e solidali a filiera corta, senza intervento di supermercati o aste. Il mondo della distribuzione automatica e delle attività self-service è davvero in grande espansione e sviluppo.

Condividi su:

Seguici su Facebook