Testa alla Allegrino: Non spegneremo riscaldamento né nelle scuole né negli uffici dell'ente

| di Ufficio Stampa Provincia di Pescara
| Categoria: Attualità
STAMPA

"La Provincia di Pescara non spegnerà i riscaldamenti nè nelle scuole di sua competenza nè negli uffici dell'ente". Lo dice il presidente della Provincia di Pescara rispondendo al consigliere di opposizione Antonella Allegrino. Dopo le polemiche scaturite dalle dichiarazioni del presidente dell'Upi, Testa era già intervenuto per chiarire che su questo territorio le scuole non resteranno al freddo, nonostante i tagli del Governo che dovrebbero aggirarsi sui tre milioni di euro. Ora lo fa di nuovo. "Fino ad oggi, dice, nonostante i tagli pesanti già subiti dal nostro Bilancio non ci sono stati problemi nelle scuole e così sarà anche in futuro. Anzi, da quando ci siamo insediati ci stiamo continuando ad impegnare per garantire scuole più sicure ed ospitali e i tagli alla spesa che abbiamo promosso riguardano altre voci. Mi riferisco - aggiunge Testa - alla
riduzione delle spese per il personale e per beni e servizi, favorendo le esternalizzazioni. Abbiamo ridotto in maniera drastica i contributi e non esistono più le sponsorizzazioni. Insomma, dovendo decidere su quali capitoli incidere, di certo non rivolgiamo la nostra attenzione alle scuole ma è anche vero che, come dice il presidente dell'Upi, le minori disponibilità di fondi mettono e metteranno sempre più a repentaglio servizi e interventi di prim'ordine perquelle che sono le competenze delle Province, dai lavori stradali alle attività in favore dei disabili, passando anche per le scuole. Ma posso assicurare che scuole e uffici rimarranno al caldo, anzi con i lavori di efficientemento energetico promossi dall'assessore Angelo D'Ottavio gli uffici di piazza Italia sono più caldi spendendo meno"- conclude Testa.

Ufficio Stampa Provincia di Pescara

Contatti

redazione@pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK